esporta articolo in PDF

Le immagini dell’insicurezza: peccato veniale

Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'


Brescia, 22 mar - Recentemente durante un sopralluogo in cantiere ho rilevato la situazione riportata nelle immagini dell’insicurezza di SICURELLO.no di oggi.

 

Pubblicità

Preposti - Sicurezza sul lavoro: principi generali - 5 ore
Corso online di formazione generale per i Preposti di tutti i settori o comparti aziendali.

 

Durante la realizzazione di una muratura in laterizio, un paio di operai - anziché utilizzare le previste attrezzature presenti in cantiere (così come disciplinato sia nei documenti della sicurezza, che indicato loro dal preposto) - avevano pensato di utilizzare il vecchio metodo: alcuni elementi di laterizio come colonne e dei tavoloni come piano di lavoro.

 

 

 

 

Al richiamo a quanto previsto e concordato la risposta di uno dei due lavoratori è stata molto precisa: “ma siamo sotto ai due metri e perciò non ci sono rischi”.

 

Forse non è proprio così, la caduta – anche se solo da 50 cm – per il cedimento del “piano di lavoro” comporterebbe comunque dei rischi per il lavoratore.

 

Rispetto ad altre situazioni quella illustrata oggi è certamente un peccato veniale, ma è necessario che anche questi comportamenti e la sottovalutazione del pericolo vengano evidenziati al fine di evitare che siano ripetuti nel tempo con rischio infortunio.

 

 

Geom. Stefano Farina, Consigliere Nazionale AiFOS e Referente Gruppo di Lavoro Costruzioni di AiFOS.   

 

 

Fonte: SICURELLO.no: l’evidenza dei mancati infortuni.

 



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Rispondi Autore: Massimo Tedone25/03/2019 (23:13:35)
Egr. Geom. Farina, io non mi meraviglio più di tanto anche perchè in passato. ho visto pile di mattoni più alte e "installate" con certosina precisione su un improvvisato ponteggio utilizzate a mo di rampa per la carriola.
Cmq è un bene che vengano alla luce certe situazioni che oltrettutto non interessano solo gli addetti ai lavori ma anche nel privato e questo perchè siamo, in qualche modo, tutti coinvolti.

Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!