Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
stampa articolo  esporta articolo in PDF

Le immagini dell’insicurezza: la griglia di protezione dell’elica?

Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
Brescia, 6 Apr - Quando entri in un cantiere e vedi una “benna miscelatrice” come quella della foto delle immagini dell’insicurezza di SICURELLO.no di oggi, la prima cosa che chiedi al Preposto od all’operatore è: “Scusa, ma la griglia di protezione dell’elica?”

E la risposta è sempre quella: “L’ho appena tolta!”.

 

Pubblicità

Preposti - Aggiornamento quinquennale - 6 ore
Corso online di aggiornamento quinquennale per Preposti di tutti i settori o comparti aziendali.

 

A quel punto una verifica:

  • “Se la griglia è appena stata tolta sarà almeno in cantiere”, ma in cantiere non c’è.

A quel punto la seconda classica, tipica e ordinaria risposta: “In realtà ieri si è danneggiata ed allora l’abbiamo portata dal fabbro per farla sistemare”.

 

Nuova verifica:

  •  Se fino a ieri la griglia era installata, i suoi attacchi sulla benna saranno puliti e non completamente rivestiti di residui di calcestruzzo ben stratificati e consolidati,
  • Se fino a ieri la griglia era installata, il bordo di contatto con la benna sarà certamente pulito.

 

E la verifica, di cui la foto è prova significativa, dimostra che la griglia proprio non c’è da molto tempo. Le incrostazioni su attacchi e profilo sono tali da poter affermare con certezza che la griglia forse non c’è mai stata.

 

 

 

Ricordiamo che in questa situazione i rischi per gli addetti sono notevoli ed il principale è sicuramente legato all’operatore che scendendo dal posto di guida del minimezzo meccanico rischia di infilare la gamba nell’elica, che continua a girare per impastare il calcestruzzo, con danni permanenti elevati.

 

Per non parlare della restante parte di manutenzione della minipala.

 

 

Geom. Stefano Farina, Consigliere Nazionale AiFOS

 

Fonte: SICURELLO.no : l’evidenza dei mancati infortuni.



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!