LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano sulla sicurezza sul lavoro, ambiente, security
Iscriviti alla Newsletter
Ricevi ogni giorno le principali notizie sulla sicurezza nei luoghi di lavoro!
Iscriviti alla newsletter di PuntoSicuro
Accedi alla Banca Dati
Accedi alla Banca Dati di PuntoSicuroNuovo utente?
X
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!

  

Una scheda per la gestione dei rischi nelle manutenzioni


Indicazioni schematiche per la gestione dei rischi collegati alle attività di manutenzione: azioni, ruoli e responsabilità, documentazione di riferimento e indicatori di prestazione.

Pubblicità
 
Roma, 14 Apr –  PuntoSicuro ha già presentato le  Linee d’Indirizzo per l’implementazione dei Sistemi di gestione per la salute e sicurezza Sgsl-Gatef (Gas, Acqua, Teleriscaldamento, Elettricità, Servizi funerari). Linee d’indirizzo che hanno la finalità di fornire indicazioni operative per strutturare un  sistema organico di gestione utile a garantire miglioramenti nella tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori. Ci soffermiamo oggi sull’attività di pianificazione e sull’attività di identificazione e valutazione dei pericoli necessaria per individuare le misure di prevenzione e protezione più adatte. Riportiamo in particolare la scheda di gestione dei rischi specifici relativa alle attivitàdi manutenzione.
 

 
Allegato D.3.
Il rischio infortunio connesso ad attività di manutenzione
 
Termini e definizioni
Manutenzione[1]: operazione od intervento finalizzato a mantenere in efficienza ed in buono stato i luoghi di lavoro, gli impianti, le attrezzature
Attrezzatura di lavoro: qualsiasi macchina, apparecchio, utensile o impianto, inteso come il complesso di macchine, attrezzature e componenti necessari all’attuazione di un processo produttivo, destinato ad essere usato durante il lavoro
 
Scopo
- Definire una metodologia per identificare e valutare in modo puntuale e sistematico i rischi connessi alle operazioni di manutenzione sia ordinaria che straordinaria di mezzi, macchine, impianti, attrezzature e ambienti di lavoro, compresi i possibili rischi da interferenza
- Definire i criteri e le modalità organizzative per gestire, controllare, prevenire e minimizzare il rischio infortuni derivanti dalle attività di manutenzione
 
Risultati attesi
La gestione efficace dei rischi connessi alle attività di manutenzione
 
Normativa specifica applicabile
D.Lgs. n. 81/08 e s.m.i.
d.m. n. 37 del 22 gennaio 2008
d.p.r. n.186/68
Norme CEI
 
Azioni
1. Identificare sistematicamente i pericoli e i rischi presenti nelle attività di manutenzione, ordinaria e straordinaria, prendendo in considerazione:
-i rischi legati alle attività di manutenzione ordinaria, e straordinaria, di mezzi, macchine, impianti, attrezzature, e ambienti di lavoro, ivi compresi i rischi da interferenze tra lavorazioni contigue e/o contemporanee;
-le modalità di intervento e la presenza di procedure operative.
-le situazioni anomale verificatesi o che potrebbero verificarsi con riferimento a:
. procedure operative
. dispositivi di protezione collettivi e/o individuali
2. Assegnare ai rischi individuati un ordine di priorità in funzione della specificità del contesto lavorativo e definire le relative priorità di intervento
3. Identificare le misure atte a prevenire, eliminare e/o mitigare i rischi
4. Verificare l’idoneità tecnico-professionale del personale incaricato
5. Individuare gli indicatori di prestazione
6. Individuare le risorse umane, strumentali ed economiche per attuare le misure di cui sopra
7. Implementare le misure stabilite e mettere in atto un efficace controllo operativo
8. Erogare formazione e addestramento specifico per l’applicazione delle procedure di manutenzione
 
Ruoli e responsabilità
 
Datore di Lavoro
- Identifica i pericoli, i rischi e le relative priorità
- Adotta le misure idonee a prevenire o a mitigare i rischi legati alle attività di manutenzione e da interferenza
- Individua e dispone le risorse necessarie per la gestione dello specifico rischio
- Adotta la procedura di lavoro specificamente diretta a eliminare o, ove impossibile, ridurre al minimo i rischi propri delle attività di manutenzione
- Elabora gli indicatori di prestazione
 
Dirigenti
- Attuano le misure stabilite dal Datore di Lavoro organizzando l’attività lavorativa
- Coordinano e verificano l’attuazione delle misure stabilite per la riduzione e/o la mitigazione dei rischi
- Collaborano all’individuazione degli indicatori di prestazione
 
Preposti
- Vigilano sul rispetto delle procedure e delle prestazioni
- Segnalano tempestivamente al Datore di Lavoro o al dirigente sia le deficienze dei mezzi e delle attrezzature di lavoro e dei dispositivi di protezione individuale, sia ogni altra condizione di pericolo che si verifichi durante il lavoro, delle quali vengano a conoscenza sulla base della formazione ricevuta (e gli eventuali accessi non autorizzati)
 
Lavoratori
- Seguono le procedure per la corretta esecuzione degli interventi di manutenzione
- Segnalano immediatamente al Datore di Lavoro, al dirigente o al preposto le malfunzionamenti o guasti dei mezzi, dispositivi e impianti ed eventuali condizioni di pericolo (anomalie, incidenti) di cui vengano a conoscenza (e gli eventuali accessi non autorizzati)
 
RSPP
- Collabora con il Datore di Lavoro alla valutazione dei rischi specifici
- Propone nuove metodologie di valutazione del rischio o conferma quelle esistenti
 
Medico Competente
- Collabora con il Datore di Lavoro ed il Servizio di Prevenzione e Protezione nelle attività di valutazione dei rischi nelle attività di manutenzione e nella stesura del Documento di Valutazione dei Rischi
 
RSGSL
- Collabora con il Datore di Lavoro alla valutazione dei rischi specifici nelle attività di manutenzione
- Verifica l'implementazione e l’aggiornamento delle eventuali procedure del processo
 
Documentazione di riferimento
- DUVRI
- DVR aziendale
- DVR delle ditte appaltatrici
- Piani di manutenzione
- Manuali di uso e manutenzione di impianti, di macchine e di attrezzature
- Schede di registrazione degli interventi
- Documenti relativi all’idoneità tecnico-professionale del personale incaricato
- Manuali operativi di impianto
- Planimetrie dei locali e dei siti
- Report di manutenzione
- Registro delle attività di manutenzione periodica e programmata e straordinaria
- Registro verifiche e controllo impianti
- Procedure di manutenzione e pulizia
- Permessi di lavoro: modalità di diffusione, comunicazione, registrazione e verifica
- Verbali di sanzioni/prescrizioni comminati da enti di controllo esterni
 
Indicatori di prestazione
- Costi annui di manutenzione correttiva/costo totale di manutenzione
- Durata, riferita all’anno, della indisponibilità di impianti e attrezzature di lavoro per manutenzione/disponibilità totale attesa
- n° annuo di manutenzioni a guasto
- n° annuo di anomalie
- n° annuo di incidenti/quasi incidenti
- n° annuo di non conformità/osservazioni derivanti da audit
- n° annuo di guasti imprevisti
- Tempi annui di fermo impianti per guasti/ore di funzionamento
 
 


[1] UNI EN 13306 - "Combinazione di tutte le azioni tecniche, amministrative e gestionali, previste durante il ciclo di vita di un'entità, destinate a mantenerla o riportarla in uno stato in cui possa eseguire la funzione richiesta".



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Forum PuntoSicuro

QUESITI? proponili nel FORUM

 


Commenta questo articolo!


Nessun commento è ancora presente.
FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: