Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Le immagini dell’insicurezza

Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
Caserta, 19 Dic -  Ed eccoci al “purtroppo” tradizionale appuntamento annuale con il montaggio delle luminarie natalizie.
Lo scorso anno trattando questo argomento, ovvero il mancato rispetto delle prescrizioni minime di sicurezza nell’utilizzo di PLE durante il  montaggio luminarie, sottolineavamo che si trattava di un problema che accomunava tutta l’Italia e terminavamo l’articolo con un auspicio: “Speriamo che l’anno nuovo porti consiglio e che sia un consiglio di sicurezza”.
 
Speranza vana o attese cadute nel vuoto. Dodici mesi sono passati, qualche migliaia di ore di corsi per  operatori PLE sono stati probabilmente erogati, ma le immagini che ci sono state inviate in questo periodo testimoniano, ancora una volta, che la “sensibilità” degli operatori e dei datori di lavoro (ma non solo la loro), non è ancora stata abbastanza o correttamente stimolata.

Pubblicità
Piattaforme di Lavoro Mobili Elavabili (PLE)
Piattaforme di Lavoro Mobili Elavabili (PLE) - Macchine e Attrezzature: Abilitazione e formazione degli operatori (art. 73, c.5 D. Lgs. 81/2008, Accordo Stato Regioni 22/02/2012)
 
 
 
Le immagini di oggi sono eloquenti: incrocio stradale aperto al regolare traffico di vetture e pedoni, PLE posizionata a ridosso dell’incrocio con braccio esteso al centro dell’incrocio stesso.
A terra alcuni operatori seguono i lavori posizionati direttamente sotto il braccio.
- DPI di protezione anticaduta (per l’operatore in piattaforma)? Assenti;
- DPI di protezione del capo (per tutti gli operatori)? Assenti;
- Movieri? Assenti;
- Piastre di appoggio stabilizzatori? Assenti;
- Sicurezza? Assente.
 
Ricordiamo che anche qualora si trattasse di volontari le regole non cambiano.
L’uso dei DPI, il rispetto del codice della strada, ecc. ecc. sono vincolanti anche per loro.
 
Siamo quasi a Natale e stiamo entrando nel 2015 e penso che l’importante non sia demoralizzarsi, ma perseverare, ed allora la conclusione non può che essere sempre la stessa: “Speriamo che l’anno nuovo porti consiglio e che sia un consiglio di sicurezza”.
 
Buon Natale e Buon 2015 a tutti i lettori di PUNTOSICURO.
 
Si ringrazia Claudio Stellato per le fotografie.
 
 
Geom. Stefano Farina, Responsabile Nazionale Comitato Costruzioni di AiFOS
 

 

 
 
 


Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento




Rispondi Autore: Harleysta
19/12/2014 (08:22:46)
...inoltre assenza di segnaletica ed indumenti ad alta visibilità...
Rispondi Autore: Eugenio Roncelli
19/12/2014 (08:42:00)
L'Italia è tutta così: ho scattato foto simili a Bergamo (pieno centro, di sera).
Mi son fermato visti i "carichi sospesi", ma mi hanno detto di proseguire perché non c'era nessun pericolo !!!
Ma c'è ancora chi dice che son tutti formalismi ...
Rispondi Autore: Francesco Fantini
19/12/2014 (09:24:12)
Ma ci sarà qualcuno che ce li ha mandati...il Comune?, la Pro loco?
ebbene questi dovrebbero essere i committenti
e se il committente è il Comune (quello che ti mette la multa se non allacci la cintura) come si rapporta con il D.I. 4/3/2013 sui criteri di sicurezza.....in presenza di traffico veicolare?
posso solo sperare che abbiano tolto la corrente!!!
Rispondi Autore: RedSPP
19/12/2014 (10:34:29)
A parte che qui a volte, si perde ogni speranza, sarebbe forse interessante vedere
foto scattate, in uguali situazioni operative, in altri paesi UE.
Tipo fotto appaiate con dicitura
ITALIA vs ...
Solo per dimostrare che si può lavorare sicuri.

Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!