Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Le immagini dell’insicurezza

Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
Brescia, 31 Lug - Durante una passeggiata SICURELLO.no ha scattato le fotografie che pubblichiamo oggi nelle immagini dell’insicurezza di Punto Sicuro.
 
Dal quanto si vede si può presumere che la fase di lavoro in corso sia il completamento del rivestimento a cappotto della facciata, attività svolta utilizzando un ponteggio di facciata.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
La situazione è certamente oltre ogni limite: numerosi i pericoli ed i conseguenti rischi per i “potenziali” lavoratori presenti in ogni settore del ponteggio.


Pubblicità
MegaItaliaMedia

 
Era da un po’ di tempo che non si vedevano ponteggi realizzati in modo totalmente sbagliato con una somma di “errori” incalcolabile:
-          piani di lavoro in tavoloni appoggiati sui parapetti,
-          piani di lavoro appoggiati su murali in legno che a loro volta sono appoggiati sui parapetti,
-          piani di lavoro incompleti,
-          pannelli tipo armo anziché regolari piani di lavoro,
-          totale assenza di fermapiede,
-          totale assenza di sottoponti,
-          totale assenza di ancoraggi del ponteggio,
-          mancanza di collegamenti tra gli elementi del ponteggio,
-          …
-           
Ed aggiungiamo pure che anche la ringhiera del poggiolo non garantisce la sicurezza necessaria ai lavoratori in quanto incompleta.
 
Non erano presenti lavoratori e di conseguenza si può anche ritenere che i ponteggi vengano sistemati prima della ripresa dell’attività e prima che i lavoratori salgano sugli stessi, ma come diceva un noto politico: “a pensar male si fa peccato, ma molto spesso ci si azzecca”.
  
Geom. Stefano Farina, Responsabile Nazionale Comitato Costruzioni di AiFOS
 

 

Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Rispondi Autore: Alberto Rosso31/07/2015 (09:11:49)
C'è ben poco da commentare.... Questa è la cultura della sicurezza sul lavoro tristemente diffusa nel nostro paese, nonostante gli sforzi degli addetti ai lavori, consulenti e RSPP come il sottoscritto.
Alberto Rosso
Rispondi Autore: vincenzo maniscalco31/07/2015 (14:43:03)
Prima di autorizzare l'inizio attività, basterebbe che gli organi di vigilanza ed ispezione richiedessero la rappresentazione fotografica del ponteggio ultimato, allora situazioni come questa non ne troveremo più.

Saluti
Rispondi Autore: gianni10/08/2015 (10:20:50)
@maniscalco: ottima idea. Ma, con firma di tecnico abilitato e DDL sulle foto. Altrimenti diventerebbero tutti esperti di photoshop.

Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!