Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Prevenzione incendi: novita' sul calcolo del carico di incendio

Redazione
 Redazione
 Prevenzione incendi
31/03/2009: Disponibile online "ClaRaF" 1.2, la terza release del programma, elaborato dai Vigili del Fuoco, per il calcolo del carico di incendio, in linea con le nuove norme comunitarie.
Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
Pubblicità

La pubblicazione dei decreti sulla resistenza al fuoco (D.M. 16 febbraio 2007: "Classificazione di resistenza al fuoco di prodotti ed elementi costruttivi di opere da ostruzione" e D.M. 9 marzo 2007: "Prestazioni di resistenza al fuoco delle costruzioni nelle attività soggette al controllo del corpo nazionale dei vigili del fuoco") rappresenta un punto di svolta nel panorama normativo nazionale della sicurezza degli edifici.
 

---- L'articolo continua dopo la pubblicità ----





Tali atti regolamentari, che devono viaggiare intimamente connessi, costituiscono infatti, nell'ambito della protezione passiva, una prima importante implementazione sul nostro territorio della Direttiva prodotti da costruzione (CPD 89/106/CEE).
 
Essi, infatti, recepiscono sia gli aspetti strategici della sicurezza antincendio enunciati dal documento interpretativo n. 2 "Sicurezza in caso di incendio", sia i nuovi aspetti progettuali e classificatori in materia di resistenza al fuoco introdotti dalle nuove norme comunitarie.
 
La realizzazione, da parte dell'Area Protezione Passiva della DCPST (Direzione Centrale per la Prevenzione e la Sicurezza Tecnica dei Vigili del Fuoco) di un programma automatico finalizzato alla classificazione di resistenza al fuoco delle costruzioni in applicazione del D.M. 9 marzo 2007, ha rappresentato un iniziale passo per affrontare i nuovi e più moderni concetti introdotti, ma anche un comodo strumento per chiunque sia impegnato nell'attività di prevenzione incendi.
 
In ClaRaF 1.2 (ormai la terza release del programma) è stata inserita inoltre una procedura che consente di tenere conto della presenza di elementi strutturali lignei, ai fini della classificazione di resistenza al fuoco, secondo le modalità stabilite nella Lettera Circolare n. 414/4122 sott. 55 del 28 marzo 2008: "DM 9 marzo 2007 - Prestazioni di resistenza al fuoco delle costruzioni nelle attività soggette al controllo del CNVVF. Chiarimenti ed indirizzi applicativi".
 
Il programma ClaRaf 1.2(formato .zip, 5.47 MB).
 
Il manuale Utente(formato PDF, 980 kB).
 

Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!