Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Comunicare efficacemente il rischio stress: il ruolo di PuntoSicuro

Comunicare efficacemente il rischio stress: il ruolo di PuntoSicuro
07/05/2014: PuntoSicuro è diventato media partner della nuova campagna europea 2014-2015 dedicata ai rischi psicosociali. Il ruolo del partenariato e delle testate media partner. Un video riepilogativo del tema e degli obiettivi della campagna europea.
Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
Bruxelles, 7 Mag – Una comunicazione efficace è un elemento imprescindibile di ogni azione di prevenzione.
Sperimentato direttamente nelle aziende, pianificato a livello regionale, nazionale o europeo, qualunque tentativo di ridurre il numero di infortuni e malattie professionali nei luoghi di lavoro deve sempre essere comunicato, diffuso in modo corretto, tempestivo, preciso e facilmente comprensibile.

Pubblicità
Valutazione del rischio stress lavoro-correlato
Stress lavoro - modello di documenti, kit e linee guida sulla sicurezza

Questa convinzione ha guidato da sempre le scelte della nostra testata ed era naturale che di fronte all’importante campagna europea “Ambienti di lavoro sani e sicuri” 2014-2015 dedicata ai rischi psicosociali, dal titolo “ Insieme per la prevenzione e la gestione dello stress lavoro correlati”, PuntoSicuro decidesse di diventarne ufficialmente media partner
 
 
Infatti qualunque campagna di prevenzione, ancor di più una campagna europea che si rivolge ad una moltitudine di paesi e popoli, ha bisogno di collaborare con una nutrita schiera di organizzazioni, istituzioni, imprese, associazioni, giornali. Questi partenariati sono spesso cruciali per il successo della campagna e l'attuazione dei suoi obiettivi.
 
Partenariati che riguardano diversi aspetti:
 
- punti focali nazionali: sono i partner fondamentali nell'attuazione della campagna. In genere si tratta delle principali organizzazioni che si occupano di sicurezza e salute nei rispettivi paesi e vengono designati da ciascun governo in qualità di rappresentanti ufficiali dell'EU-OSHA. Non si occupano solamente dell'organizzazione di un'ampia gamma di attività della campagna, ma più in generale contribuiscono in maniera sostanziale all'attuazione dei programmi di lavoro dell'Agenzia. In Italia il punto focale nazionale è l’ Inail;
 
- partner ufficiali della campagna: sono i partner rappresentativi di vari settori, pubblici e privati, che con il loro contributo permettono il coordinamento della campagna nell'ambiente di lavoro. Nella precedente campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri 2012–2013 “ Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi” c’è stato il supporto e l’aiuto di oltre 80 partner;
 
- Enterprise Europe Network (EEN): è un'iniziativa promossa dalla Commissione Europea e rappresenta uno strumento fondamentale nell'ambito della strategia per la crescita e l'occupazione dell'Unione Europea. Composta da quasi 600 organizzazioni di sostegno alle imprese provenienti da 50 paesi, la rete Enterprise Europe assiste le piccole imprese a cogliere le opportunità commerciali offerte dal mercato unico dell'UE;
 
- media partner: i media partner collaborano per sensibilizzare l’opinione pubblica e i lavoratori sulle tematiche della campagna, utilizzando i vari canali pubblicitari, promozionali e informativi a loro disposizione. Si tratta di un gruppo esclusivo di giornalisti e redattori di tutta Europa appassionati alla promozione della sicurezza e della salute nel luogo di lavoro. In particolare il partenariato è riservato a media o pubblicazioni disposti a partecipare in modo sostanziale alla campagna.
 
Dunque PuntoSicuro è ufficialmente media partner della campagna europea “Insieme per la prevenzione e la gestione dello stress lavoro correlati”.
E dedicherà nelle prossime settimane, nei prossimi mesi molto spazio ai temi correlati alla campagna, allo stress lavoro-correlato e ai rischi psicosociali. E lo farà cercando anche di proporre, adattare, rendere disponibili suggerimenti in linea con le richieste normative nazionali, con le eventuali criticità, con le risorse realmente disponibili e utili per le aziende, i lavoratori e i vari attori della sicurezza aziendale.
 
Riportiamo un video che ricorda gli obiettivi della campagna 2014-2015, che si sofferma sulla diffusione e  le conseguenze dello stress lavoro correlato sulla salute fisica e mentale dei lavoratori, i costi sociali, l’importanza dell’organizzazione di lavoro e della valutazione dei rischi, l’importanza che datori di lavoro, dirigenti, lavoratori e loro rappresentanti collaborino per la gestione dei rischi psicosociali.
 
 
 
 
Concludiamo segnalando alcuni degli articoli già pubblicati da PuntoSicuro e correlati alla campagna “Insieme per la prevenzione e la gestione dello stress lavoro correlati” già pubblicati dal nostro giornale:
 
 
 
 
 
Tiziano Menduto
 
 
  
 
Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento




Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Utente:
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!