Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

La documentazione richiesta sulla sicurezza e salute sul lavoro

 La documentazione richiesta sulla sicurezza e salute sul lavoro
Redazione
 Redazione
 Documentazione
12/11/2013: Disponibile un opuscolo che contiene informazioni utili per gli adempimenti documentali in materia di scurezza ed igiene del lavoro, previsti nel D.Lgs. 81/08.
Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
Pubblicità
 
È disponibile il documento “La documentazione richiesta sulla sicurezza e salute sul lavoro”, elaborato dal servizio PraSAL di Frosinone e dai tirocinanti del corso di Laurea in Tecniche della Prevenzione dell'ambiente e nei luoghi di lavoro della Sapienza, in occasione della settimana della sicurezza 2013.
 
Lo scopo dell’opuscolo è di fornire informazioni utili per gli adempimenti documentali in materia di scurezza ed igiene del lavoro, previsti nel D.Lgs. 81/08. L’opuscolo può essere un ausilio per tutte le figure della sicurezza, al fine di adempiere, verificare, controllare che tali obblighi siano
rispettati. Le figure interessate sono:
• Datori di lavoro delle aziende (D.L.);
• Responsabili dei Servizi di Prevenzione e Protezione (R.S.P.P.);
• Addetti ai Servizi di Prevenzione e Protezione (A.S.P.P.);
• Medici Competenti (M.C.);
• Rappresentati dei lavoratori per la sicurezza (R.L.S.);
• Rappresentati dei lavoratori Territoriali della Sicurezza (R.L.S.T.);
• Rappresentati dei lavoratori per la Sicurezza del Sito Produttivo;
• Dirigenti, Preposti e Lavoratori;
• Lavoratori autonomi;
• Committenti dei lavori e responsabili dei lavori;
Coordinatori in fase di progettazione per la sicurezza (C.S.P.);
• Coordinatori in fase di esecuzione per la sicurezza (C.S.E.);
• D.L. delle imprese operanti cantieri temporanei e mobili.


Pubblicità
MegaItaliaMedia
 
I documenti aziendali devono essere presenti sempre nella sede aziendali e devono rispondere alle disposizioni legislative di riferimento; essi servono a dimostrare che nell’impresa sono state attuate le disposizioni previste nel D.Lgs.81/08. L’elenco che segue non è esaustivo di tutti gli adempimenti documentali previsti in materia di sicurezza ed igiene del lavoro, tuttavia né rappresenta la parte principale.
È consentito in conformità all’art. 53 del D.lgs. 81/08, l’impiego di sistemi di elaborazione  automatica dei dati per la memorizzazione di qualunque tipo di documentazione prevista dal D.Lgs. 81/08. L’opuscolo è diviso in paragrafi per permettere in funzione degli adempimenti da espletare l’individuazione dei documenti da redigere.
 
Indice del documento
1. Requisiti
2. Designazione delle figure aziendali e riunione periodica
3. Valutazione dei Rischi
4. Informazione, Formazione e Addestramento
5. Gestione dell’Emergenza e del Primo Soccorso
6. Gestione della sorveglianza sanitaria
7. Sistema di gestione della sicurezza e salute
8. Prima verifica e verifiche periodiche
9. Registrazione e comunicazione
10. Macchine, apparecchi e attrezzature
11. Lavoratori Autonomi
12. Gestione degli appalti
13. Lavori con funi
14. Lavori in ambienti confinati o a sospetto inquinamento
15. Lavori stradali
16. Lavoro elettrici sotto tensione
17. Committenti e responsabili dei lavori (cantieri)
18. Coordinatori per la sicurezza (cantieri)
19. Imprese affidatarie ed esecutrici (obblighi specifici)
 
 
 
Vediamo la documentazione per la “Prima Verifica e Verifiche periodiche (imp. / mac.)”:
·         Dichiarazione di Conformità Impianto Elettrico D.M. 37/2008 completa prima verifica dell’installatore.
·         Dichiarazione di Conformità Impianto protezione Scariche Atmosferiche D.M. 37/2008 completa prima verifica dell’installatore.
·         Dichiarazione di Conformità Impianti meccanici (termico, ventilazione, incendio, gas, condizionamento) D.M. 37/2008 completa prima verifica dell’installatore.
·         Prima Verifica Impianto di Terra e Verifica Periodica (D.Lgs. 81/08 e D.P.R. 462/01 verbali).
·         Prima Verifica Impianto di protezione dalle scariche atmosferiche e Verifica Periodica (D.Lgs. 81/08 e D.P.R. 462/01 verbali).
·         Prima Verifica apparecchio di sollevamento e verifica periodica (Art. 73 del D.Lgs. 81/08 verbali).
·         Verifica funi trimestrale apparecchio di sollevamento (Art. 71 D.Lgs. 81/08 allegato VI registro).
·         Prima Verifica apparecchio e insiemi a pressione e verifica periodica (Art. 73 del D.Lgs. 81/08 e D.M. 329/04 verbali).
 
La prima verifica deve essere comunicata all’INAIL e la verifica periodica eseguita da Organismo Notificato o ARPA - ASL
 
 
 
RPS
 
 
 

Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento




Rispondi Autore: tazio brodolini
12/11/2013 (17:08:46)
A Frosinone il certificato CCIAA vale tre mesi invece di sei?

Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!