Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Le immagini dell’insicurezza: sperin ben

Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Brescia, 19 Apr - Il montaggio dei ponteggi su pubblica via è un argomento che abbiamo più e più volte trattato (ad esempio nell’articolo dal titolo: “ obbligatorio l’elmetto per i pedoni” ), ed  oggi, con le immagini dell’insicurezza di SICURELLO.no, lo riprendiamo perché ancora una volta la situazione è oggetto di riflessione.

 

Pubblicità

Preposti - Aggiornamento quinquennale - 6 ore
Corso online di aggiornamento quinquennale per Preposti di tutti i settori o comparti aziendali.

 

Siamo in un capoluogo di regione dell’estremo nord-est italiano, è sabato pomeriggio e le vie dello shopping sono piene di persone ed è proprio quello il momento scelto da qualcuno per montare sul marciapiede un ponteggio di facciata.

 

Pedoni che passano sotto il ponteggio in costruzione, pedoni che passano a fianco del ponteggio in costruzione, nessuna segnaletica, nessun divieto, nessuna indicazione, nessuna delimitazione, i lavoratori impegnati a passarsi i materiali da terra verso il primo impalcato e da lì provvedere a metterlo in opera totalmente incuranti di quanto sta avvenendo attorno a loro.

 

 

 

Nell’articolo precedentemente citato, commentavamo sarcastici: “se si forniscono gli elmetti ai passanti i costi rientrano in quelli previsti dal D.Lgs. 81/2008 all’allegato XV punto 4.1.1.b (costi dei dispositivi di protezione individuale eventualmente previsti per lavorazioni interferenti) oppure no?”, e la sconsolata risposta era arrivata "sperin ben" (speriamo bene ...) e "o vin simpri fat cussì" (abbiamo sempre fatto così...).

 

Ed ancora una volta, ci si chiede: che fine ha fatto chi deve sorvegliare, controllare e verificare?
Forse che deve sorvegliare, controllare e verificare è il lavoratore che guarda un altro lavoratore (privo dell’elmetto) lanciare i materiali al collega sul ponteggiov (pure lui privo dei dpi necessari tra i quali è evidente l’assenza di un dpi anticaduta) che dall’alto della sua esperienza, ma anche dall’alto del ponteggio (circa 4 mt), li prende al volo.

 

Geom. Stefano Farina, Consigliere Nazionale AiFOS e Referente Gruppo di Lavoro Costruzioni di AiFOS.   

 

Fonte:  SICURELLO.no: l’evidenza dei mancati infortuni.

 



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Rispondi Autore: Claudio Aradori21/04/2019 (19:56:03)
Chi deve controllare è sotto organico !
Rispondi Autore: Matteo G.29/04/2019 (17:05:27)
In questo caso di tratta dell'incolumità dei cittadini. Basterebbe un intervento dei vigili urbani per bloccare il cantiere.

Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!