Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Le immagini dell’insicurezza: e SICURELLO.si occhieggia sconsolato

Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
Brescia, 29 Mar - Una strada urbana, un furgone, due rampe di carico belle pronte per essere percorse dai mezzi in transito e per il resto nulla. Nessuna segnalazione, nessun segnalatore e nessuna segnaletica.

 

Questa volta le immagini dell’insicurezza di SICURELLO.no sono state scattate proprio davanti agli occhi di SICURELLO.si.

 

Pubblicità
MegaItaliaMedia
 

La scena è la classica: alcuni operai hanno scaricato da un furgone (di proprietà comunale) un mini mezzo meccanico e si sono spostati per eseguire il loro lavoro. Probabilmente, vista la breve durata dell’intervento (circa un’ora), non hanno ritenuto necessario “ripiegare” le rampe e mettere in sicurezza il mezzo parcheggiato sulla strada.

Altrettanto probabilmente sarebbero bastati alcuni coni, una barriera e due frecce, ma perché perdere tempo? Tanto non succede mai nulla e nessuno controlla.

 

 

E SICURELLO.si guarda sconsolato chiedendosi: Ma quanta strada dobbiamo ancora fare?

 

Geom. Stefano Farina, Consigliere Nazionale AiFOS e Referente Gruppo di Lavoro Costruzioni di AiFOS.   

 

Fonte: SICURELLO.no: l’evidenza dei mancati infortuni.

 



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Rispondi Autore: nicola montiglioni29/03/2019 (08:36:46)
Salve,
essendo parte del "sistema" Enti Pubblici e vivendo quotidianamente la realtà molto ben riprodotta in questa foto, devo purtroppo condividere il pensiero che "dobbiamo fare ancora tanta strada"!!
Ancora oggi, nonostante gli sforzi normativi, di sensibilizzazione la SICUREZZA è vista come un peso/obbligo, non come un processo che mira ad ottenere un obiettivo molto più alto.
Non ci abbattiamo però anzi utilizziamo le immagini e gli esempi giusti e sbagliati per continuare nella nostra "missione" !!
Buon lavoro a tutti e complimenti a Stefano
Rispondi Autore: VITTORIO UGGERI29/03/2019 (08:50:49)
Condivido e segnalo che queste situazioni sono presenti quotidianamente sia nel privato che nel pubblico. Mi piacerebbe inviarvi una foto molto eloquente, riferita al cambio lampade in un comune, dove gli operatori svolgono attività in quota senza imbragature ecc.
Rispondi Autore: GIANLUCA FERRARO29/03/2019 (09:08:19)
...Stefano...cogli l'attimo...in caso di appuntamenti presso tuo ufficio...fai parcheggiare su furgone... ;-)
Rispondi Autore: Eugenio Roncelli29/03/2019 (10:46:57)
Io continuo a sostenere che gli Enti preposti non fanno il loro lavoro: controlli sulle attività reali e non solo controlli cartacei.
Se andando in giro noi vediamo troppe situazioni come queste, è logico pensare che chi deve vigilare "chiude gli occhi" (per scelta, per incapacità, per direttive interne etc etc).
Rispondi Autore: giovanni femminella29/03/2019 (20:27:03)
le rampe sono bloccate con i perni? !!!!!!!

Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!