Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
stampa articolo  esporta articolo in PDF

Le immagini dell’insicurezza: la solita improvvisazione

 

Brescia, 27 Apr - Le fotografie dell’insicurezza di SICURELLO.no di oggi ci illustrano la classica improvvisazione che molte volte contraddistingue l’esecuzione di lavori, a volte anche complessi, come il montaggio di una struttura metallica per l’ampliamento di un capannone esistente.


Pubblicità
Modello DVR
Attività tradizionali Edilizia e Industria - Categoria Istat: C - Attività Manifatturiere
 

Se i rilievi non sono eseguiti perfettamente ed il piano di montaggio non tiene conto dei vincoli presenti, può capitare che il posizionamento di alcuni elementi non sia agevole ed allora gli addetti non si pongono problemi e “si adattano alla situazione”.

 

Peccato che questo adattamento non tenga quasi mai conto degli aspetti della sicurezza.

 

Improvvisazione in edilizia_1

 

Improvvisazione in edilizia_2

 

Improvvisazione in edilizia_3

 

Improvvisazione in edilizia_4

 

Ma forse della propria sicurezza a questi operai, al loro preposto, al loro datore di lavoro ed al coordinatore per la sicurezza del cantiere, proprio non interessa nulla. Anche perché la totale assenza di ogni tipo di dispositivo di protezione individuale, l’assenza di ogni tipo di protezione collettiva e l’assenza di opere provvisionali di sicurezza sono certamente un sintomo di totale indifferenza, passività e forse anche di notevole menefreghismo.

 

 

Geom. Stefano Farina, Consigliere Nazionale AiFOS e Referente Gruppo di Lavoro Costruzioni di AiFOS.

 

 

Fonte: SICURELLO.no : l’evidenza dei mancati infortuni.



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Rispondi Autore: Paolo Battaglia01/06/2018 (11:35:34)
Non c'è da stupirsi! Una simile indifferenza è conseguenza (anche) del fatto che non esistono, o quasi, sanzioni sull'assenza di prevenzione: si arriva sempre a reprimere una volta che sia occorso un incidente. Poiché prevenire ha un costo, si preferisce risparmiarlo senza preoccuparsi delle possibili conseguenze. Se le figure coinvolte (datore, dirigente, preposto, lavoratore) rischiassero sanzioni reali, e gravi, forse ci penserebbero! Un esempio (che nel merito non c'entra): nelle zone di riserva marina non si transita più, e non pesca più nemmeno il pescatore occasionale per farsi in casa un po' di tonno sott'olio. Perché?? Perché rischia 10.000 € di multa!

Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:

Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!