Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!
  

Le immagini dell’insicurezza


Pubblicità
Addestramento per D.P.I. di 3ª categoria contro le cadute dall'alto
Modello di corso su Slide in formato PDF per formatori sulla sicurezza

Brescia, 19 Mag - Normativamente il lavoro in quota è l’attività lavorativa che espone il lavoratore al rischio di caduta da una quota posta ad altezza superiore a 2 m rispetto ad un piano stabile ed in tal caso devono essere adottate specifiche procedure di lavoro con conseguenti adempimenti a tutela della sicurezza dei lavoratori. Ciò non vuol dire che se il lavoro si svolge ad un’altezza inferiore a 2 m rispetto ad un piano stabile non è necessario attuare alcun provvedimento di tutela.

 

Dalla fotografia presentata nelle immagini dell’insicurezza di SICURELLO.no di oggi non è possibile capire se il lavoratore è esposto ad una caduta “sopra” o “sotto” i due metri (probabilmente una questione di centimetri), quello che è comunque molto evidente è il rischio che il lavoratore, addetto alla “casseratura” di alcuni pilastri, sta correndo.

 

 

Arrampicato sul cassero stesso, con i piedi sulle “cravatte” di bloccaggio, gli basterebbe poco per una rovinosa e sicuramente dannosa caduta dall’alto.

 

Ancora una volta una scarsa valutazione dei rischi, delle procedure non corrette o non correttamente applicate e controllate, l’assenza di opere provvisionali, espongono l’addetto (che probabilmente sconta anche una certa incoscienza) verso un limite invalicabile tra equilibro e tragica caduta.

   

Geom. Stefano Farina, Consigliere Nazionale AiFOS e Responsabile Comitato AiFOS COSTRUZIONI

 

 

Fonte: SICURELLO.no : l’evidenza dei mancati infortuni.

 



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!

Ti potrebbero interessare anche


Commenti:


Nessun commento è ancora presente.
FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome: (obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: