Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Le immagini dell’insicurezza

Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
Pubblicità
 
Cagliari, 30 Apr - Le immagini dell’insicurezza di oggi ci portano a Cagliari dove, durante dei lavori che probabilmente riguardano una manutenzione, alcuni lavoratori stanno eseguendo la loro attività in quota, ad un’altezza indicativa di circa 6-7 metri, posizionati sul limite di una copertura.


Pubblicità
DPI di Terza Categoria per lavori in quota
Formazione specifica sui D.P.I. (D. Lgs. n.81, 9 aprile 2008, Art. 66 D.P.R. 177/2011)
 
 
Dei tre lavoratori all’opera solo uno risulta essere dotato dei d.p.i. anticaduta, mentre gli altri due operano senza alcuna protezione.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Guardando però un po’ meglio le modalità di lavoro, ecco che ci si rende conto che anche il lavoratore dotato di imbracatura non sta certamente eseguendo la lavorazione in sicurezza:
-          Il punto di attacco del sistema di trattenuta è posizionato a ridosso della muratura che, in caso di caduta, provocherebbe un pericolosissimo effetto pendolo,
-          Il sistema è composto da almeno tre cordini connessi tra loro,
-          Il cordino è agganciato sul dorso dell’operatore, ma quest’ultimo lavora “di faccia” con conseguente rischio, in caso di caduta, di strangolamento,
-          L’ imbracatura stessa non è correttamente regolata e quando l’operaio si muove le fettucce (in particolare i “cosciali”) si spostano lungo le gambe rendendo impacciati i movimenti dell’operaio stesso. Pensiamo poi cosa potrebbe succedere in caso di caduta.
 
Ricordiamo che per i d.p.i. anticaduta oltre alla formazione ed all’informazione è obbligatorio anche l’addestramento degli operatori e che solo con un corretto utilizzo viene garantita la sicurezza fisica del lavoratore.
 
Geom. Stefano Farina, Responsabile Nazionale Comitato Costruzioni di AiFOS
 



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Rispondi Autore: geom. Claudio D'alessandria30/04/2015 (18:03:00)
Indossamento dell'imbracatura veramente pauroso; è come lavorare indossando un'imbracatura non agganciata ad alcun punto fisso. Risultato: un infortunio grave o gravissimo.
Rispondi Autore: Benedetto Silvestri01/05/2015 (19:31:18)
E' tutto contro norma e contro la vita delle persone.
Ma, il responsabile del cantiere dov'è?

Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!