Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
stampa articolo  esporta articolo in PDF

I quesiti sul decreto 81: abilitazione per le Macchine Movimento Terra


Pubblicità
Preposti - Aggiornamento giuridico - 6 ore
Corso online di aggiornamento quinquennale per Preposti di tutti i settori o comparti aziendali.
Quesito

Nell’ambito dello svolgimento dei corsi di abilitazione per la conduzione di Macchine Movimento Terra, la prova pratica da fare su escavatori idraulici di massa superiore a 6000 kg e su pale caricatrici frontali di massa superiore a 4500 kg è ugualmente valida anche se la stessa viene eseguita con macchine più piccole e aventi massa operativa inferiore? Sull’argomento ci sono opinioni contrastanti.

 

Risposta

Il quesito riguarda ancora una volta il campo della formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro, un campo nel quale vengono spesso sollevati dei dubbi sulla applicazione sia delle disposizioni di legge che delle indicazioni fornite in merito dagli Accordi della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le province autonome di Trento e Bolzano (nel seguito Accordo Stato Regioni), dubbi che il più delle volte sono però legati non tanto alla poca chiarezza delle disposizioni e delle indicazioni stesse quanto a interpretazioni di comodo e strumentali se non finalizzate al raggiungimento di un obiettivo di interesse e comunque ben diverso da quello di assicurare agli operatori di sicurezza una corretta formazione e un campo altresì nel quale purtroppo ancora oggi è possibile riscontrare una carente e spesso anche inesistente vigilanza da parte degli organi competenti a farla.

 

Oggetto del quesito questa volta è l’Accordo Stato Regioni del 22/2/2012 sulla abilitazione degli operatori di particolari attrezzature di lavoro. E’ valida, chiede un lettore, l’abilitazione acquisita per la conduzione di escavatori idraulici e di pale caricatrici frontali se la prova pratica svolta da un partecipante al corso di formazione viene effettuata su tali tipi di attrezzature che hanno però una massa operativa inferiore a quella prevista dall’Accordo Stato Regioni sopra indicato? Per rispondere al quesito formulato esaminiamo ora con attenzione quanto ha disposto in merito il citato Accordo Stato Regioni.

 

Con tale Accordo, che la Conferenza Stato Regioni ha emanato a seguito di una richiesta effettuata dal legislatore con l’articolo 73 comma 5 del D. Lgs. 9/4/2008 n. 81, sono state individuate le attrezzature di lavoro per la cui conduzione è necessaria una specifica abilitazione degli operatori e sono state individuate, altresì, le modalità per il riconoscimento di tale abilitazione nonché i soggetti formatori, la durata, gli indirizzi e i requisiti minimi di validità della formazione medesima.

 

(…)

 

La risposta completa è disponibile per gli abbonati in area riservata:

 

Ing. Gerardo Porreca - I quesiti sul decreto 81 - Sull’abilitazione degli operatori destinati alla conduzione di escavatori idraulici e di pale caricatrici frontali.


Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:

Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!