Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
stampa articolo  esporta articolo in PDF

Manifesti AIFOS per la sicurezza: sconfiggi il mostro con le giuste protezioni

Manifesti AIFOS per la sicurezza: sconfiggi il mostro con le giuste protezioni
16/04/2019: Le sostanze pericolose vengono “rinchiuse in gabbia” grazie alle giuste, indispensabili, protezioni.
Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Pubblichiamo uno dei manifesti del concorso organizzato all’interno del progetto di collaborazione tra AiFOS e Accademia SantaGiulia e legato alla campagna “Ambienti di lavoro sani e sicuri 2018-2019 “Salute e sicurezza negli ambienti di lavoro in presenza di sostanze pericolose”.

 

Guarda gli altri manifesti pubblicati:

Allontana il rischio, riconoscilo

Lancio di un dado

Conosci il pericolo. Cancella il rischio

Era un bravo prodotto…

Informati e previeni

Salva il tuo respiro

Scegli le giuste protezioni

Non giocare con la tua vita

La sicurezza non è un gioco

 

 

Pubblicità
RSPP-ASPP aggiornamento 6 ore - Regolamenti REACH e CLP, lavori elettrici - Tutti i settori
Corso online di aggiornamento per RSPP-ASPP di attività appartenenti a tutti i macrosettori ATECO. Il corso costituisce quota del credito formativo richiesto per RSPP-ASPP e Docenti-formatori in salute e sicurezza sul lavoro.

 

 

Sconfiggi il mostro con le giuste protezioni

Di Laura Tonolini

Il manifesto affronta il tema sostanze pericolose in modo molto divertente e leggero ma comunque efficace. Il “mostro sostanze pericolose”, con i suoi denti minacciosi in cui compaiono i pittogrammi di pericolo, è stato rinchiuso in gabbia. I lavoratori, muniti dei corretti DPI, possono tornare a sorridere e lavorare serenamente. Le sostanze pericolose sono confinate metaforicamente in una zona dove non possono essere nocive e ancora una volta lo slogan sottolinea che questo è possibile grazie alle giuste, indispensabili, protezioni.

 

 

 

 

Per avere i file in alta definizione per la stampa, contattare la Fondazione AiFOS all’indirizzo  info@fondazioneaifos.org


Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!