Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Rischio chimico: gli atti del workshop sulle recenti normative

Redazione
 Redazione
 Industria
26/07/2010: Gli atti di un workshop dedicato al rischio chimico e al ruolo dell´igienista Industriale alla luce delle novità introdotte dalla legislazione italiana ed europea.
google_ad_client

Il 18 febbraio 2010 si è tenuto a Bologna il workshop “Rischio chimico - il ruolo dell´Igienista Industriale alla luce delle novità introdotte dalla legislazione italiana ed europea".
Organizzato dalla sezione territoriale AIDII Toscana Emilia-Romagna, con la collaborazione dell’Ordine dei Chimici di Bologna e Ravenna e di ARPA Emilia-Romagna, il workshop ha visto una notevole affluenza e la partecipazione di diversi esperti che hanno fornito elementi importanti sulla corretta applicazione delle attuali novità legislative e regolamentari.
 

 



Nella presentazione del workshop – pubblicata insieme agli atti dell’incontro sul sito di ARPA Emilia-Romagna – si indica infatti che la recente evoluzione legislativa e regolamentare in materia di gestione del rischio chimico occupazionale ed ambientale “ha introdotto importanti cambiamenti nei processi di definizione ed applicazione delle misure di prevenzione”.

In particolare nel workshop sono state affrontate le novità relative a:
- Decreto legislativo 81/2008, che ha introdotto il rischio irrilevante per la salute e basso per la sicurezza;
- Regolamento CE n. 1272/2008 (CLP) che modifica le norme sulla classificazione, etichettatura ed imballaggio degli agenti chimici;
- Regolamento CE n. 1907/2006 (REACh) riguardante la registrazione, la valutazione, l´autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche.
Normative e regolamenti che “comportano l´acquisizione di conoscenze e competenze nuove da parte dei soggetti coinvolti nei processi di prevenzione quali Datori di Lavoro, RSPP, Consulenti Aziendali, Operatori degli Organi di Controllo (AUSL e ARPA)”.

Nel corso dell’incontro sono state formulate dai partecipanti delle “domande, alle quali, causa tempi stretti, i relatori non hanno potuto rispondere”.
Le rispettive risposte sono disponibili on-line e le presenteremo in futuri articoli di PuntoSicuro.

Gli atti del workshop:

- “Introduzione” S. Luzzi (formato PDF, 161 kb);
 
- “Introduzione ai temi della giornata”, Ing. A. Albonetti (formato PDF, 157 kb);
 
- “La valutazione del rischio chimico nel D.Lgs. 81/08 modificato con il D.Lgs. 106/09: criteri per la definizione di rischio irrilevante e rischio chimico infortunistico”, Dott. B. Marchesini (formato PDF,  1.399 kb);

- “Il documento di valutazione del rischio nelle piccole imprese: descrizione dello stato dell’arte in un campione di aziende con indicazioni operative di miglioramento della qualità della valutazione del rischio chimico”, Dott. G. Sciarra (formato PDF,  2.655 kb);
 
- “CLP le nuove regole per classificazione, imballaggio ed etichettatura dei prodotti chimici”, Dott.ssa P. Ferdenzi (formato PDF,  1.066kb);
 

- “REACh: ricadute del rapporto di sicurezza chimica (CSR) e della valutazione della sicurezza chimica (CSA) sull’attività del consulente igienista industriale dell’azienda”, Dott.ssa R. Demi (formato PDF, 1.156 kb);

 

 



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Utente:
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!