Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Le immagini dell’insicurezza

Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
 
Trento, 13 Feb - Una volta si chiamavano: gabbie volanti, tornado, turbine od uragano. Poi sono cresciute in dimensione ed adrenalina ed anche i nomi si sono evoluti: booster, twister, hurricane...
Ma che si tratti di piccole o grandi attrazioni (una volta le chiamavamo giostre) un aspetto non cambia: tutte ci danno la sensazione di volare...
Forse però la sensazione dovrebbe essere limitata ai fruitori dell’attrazione e non certo a chi le monta, anche perché in quel caso - più che di sensazioni - si dovrebbe parlare di rischio.

Pubblicità
Dispositivi di Protezione Individuale in DVD
Formazione sui rischi specifici per chi utilizza i dispositivi di protezione individuale (Art. 37 D.Lgs. 81/08) in DVD
 
Più volte nelle immagini dell’insicurezza di SICURELLO.no abbiamo trattato il tema del montaggio/smontaggio delle strutture che compongono le giostre:
ed ancora una volta, con le fotografie di oggi, ci troviamo ad affrontare tale argomento sul quale sembra esserci poca sensibilità da parte di molti: la sicurezza degli operatori addetti al montaggio/smontaggio delle giostre
 
Le immagini sono eloquenti e nella loro “semplicità” disarmanti.
Due le giostre in fase di montaggio.
 
 

 

 
Per la prima attrazione (foto 01, 02, 03) le strutture vengono utilizzate come sostegno per i lavoratori e questo, se facciamo un’analogia con il recente decreto interministeriale 22 luglio 2014 meglio conosciuto come decreto palchi, non sarebbe un grosso problema, fatto salvo che i lavoratori sono totalmente privi di ogni qualsivoglia dispositivo di protezione individuale anticaduta ed operano in situazioni molto precarie e pericolose.
 
 

 
Per la seconda (foto 04, 05) l’assemblaggio viene eseguito da un operatore appollaiato su una piattaforma collegata alla centinatura del camion. Supporto precario, struttura apparentemente molto debole, nessuna protezione. 
 
Una delle due giostre riporta a chiare lettere la scritta “FLY”. Il riferimento sarà all’effetto dell’attrazione o al rischio di volare dall’alto degli operatori addetti al montaggio?
        
 
 
Si ringrazia M.R. per le immagini.
 
 
Geom. Stefano Farina, Responsabile Nazionale Comitato Costruzioni di AiFOS
 
 
 

Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento




Rispondi Autore: Massimo Zucchiatti
13/02/2015 (07:37:57)
Direi..."Monta e poi...muori!"
Rispondi Autore: Daniele Tartari
13/02/2015 (15:05:11)
In ogni Fiera avviene. Il bello che questa attività è sotto gli occhi di tutti. Se un controllo avvenisse qualche giorno prima della Fiera la stessa non si farebbe e così si chiude un occhio...
Io stesso sono andato con mio figlio per fargli vedere tutto quello che non si deve fare......
Rispondi Autore: Massimo Zucchiatti
13/02/2015 (18:09:49)
Bravissimo Daniele ! Buona idea per tutti i papà che fanno sicurezza ! Complimenti

Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!