Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
Crea PDF

Ecco l’ultima trovata dei criminali informatici

Ecco l’ultima trovata dei criminali informatici
Adalberto Biasiotti

Autore: Adalberto Biasiotti

Categoria: Sicurezza informatica

07/02/2022

Che i criminali informatici siano in grado di evolversi continuamente, nessuno dubitava. Ma questa nuova truffa informatica, basata sull’applicazione di un codice QR farlocco, è veramente sorprendente.

Chissà quante volte, quando abbiamo dovuto parcheggiare la macchina in un’area a pagamento, abbiamo avuto difficoltà nel trovare le monetine da inserire nel parchimetro. Ecco perché risulta particolarmente attraente per gli utenti la possibilità di pagare con sistemi elettronici, ad esempio scannerizzando un QR code applicato sul parchimetro, che permette di attivare la procedura che accredita l’importo e garantisce un parcheggio senza sanzioni.

 

Ebbene, la polizia di Houston, nel Texas, è stata costretta a lanciare un allarme a tutta la cittadinanza, perché un criminale informatico di alto livello ha perpetrato un attacco su larga scala, incollando delle etichette con un codice QR farlocco su tutti i parchimetri della città. Quando l’ignaro utente legge il codice, si collega ad un sito che sottrae informazioni finanziarie, a completa insaputa del cittadino.

 

Pubblicità
Privacy GDPR - Tutela dei dati personali - 3 ore
Corso online di formazione per Persone autorizzate al trattamento dei dati personali - Regolamento Europeo (UE) 2016/679


La polizia ha controllato il codice, verificando che il codice QR che appare collega il cellulare del cliente ad un sito fraudolento, che chiede informazioni per il pagamento, da utilizzare per la copertura della spesa delle soste.

 

Da notare che questa truffa non solo danneggia chi ha parcheggiato la macchina, ma anche il gestore del parcheggio, nella fattispecie la città di Houston.

 

Non appena diffuso questo messaggio, sono saltate fuori altre due città, nelle quali la frode era stata già attivata.

 

La polizia ha messo in guardia i clienti, pregandoli di segnalare immediatamente al numero di emergenza chiunque stia trafficando vicino ad una postazione di pagamento, che non indossi una tessera di riconoscimento, come dipendente del Comune o della società di gestione del parcheggio.

 

 

Adalberto Biasiotti



Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Pubblica un commento

Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.

Pubblica un commento

Banca Dati di PuntoSicuro


Altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM di PuntoSicuro

Quesiti o discussioni? Proponili nel FORUM!