Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Alimenti biotech e salute

Nel documento ''Venti domande sugli alimenti transgenici'', l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) si è pronunciata riguardo ai possibili rischi per la salute umana derivanti dai cibi transgenici.

L'OMS ritiene ''improbabile'' che gli alimenti geneticamente modificati (Ogm) attualmente sul mercato internazionale, ad esempio vari tipi di mais e soia, costituiscano un rischio per la salute umana.

Oltre alle valutazioni sanitarie, avvalora questa tesi il fatto che, nei Paesi dove gli Ogm sono stati omologati, non sia mai stato dimostrato che il consumo di questi alimenti abbia avuto effetti sulla salute umana.

Questo giudizio, precisa l'OMS, non può essere generalizzato, non può cioè essere esteso ad ogni modificazione genetica delle sementi. ''Gli Ogm differiscono per i geni inseriti ed il modo di operare. L'innocuità deve quindi essere valutata caso per caso ed è impossibile pronunciarsi in modo generale su tutti gli alimenti transgenici".

La valutazione degli Ogm dovrà considerare, in particolare, rischi quali il potere allergizzante o il passaggio di bioresistenti (resistenti agli antibiotici) dall'alimentazione all'uomo.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Utente (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento (obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!