Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Esperienze di sicurezza nella scuola: il laboratorio delle idee

Esperienze di sicurezza nella scuola: il laboratorio delle idee
 Ufficio Stampa
 PUBBLIREDAZIONALE
23/10/2015: Un convegno a Brescia il 27 ottobre presenta esperienze di sensibilizzazione sulla prevenzione dei rischi nelle scuole: dalla scuola dell’infanzia agli istituti secondari di secondo grado.
 
Pubblicità
 
La scuola, luogo privilegiato per promuovere valori e principi educativi nelle giovani generazioni, deve poter favorire nei bambini, nei ragazzi, nei giovani una reale cultura della prevenzione dei rischi che li accompagni lungo l’arco della vita. Una cultura che, preparando  i giovani al mondo del lavoro, li renda anche consapevoli delle loro responsabilità in materia di salute e di sicurezza negli ambienti di lavoro.
 
In particolare nel contesto scolastico educare alla sicurezza significa anche portare gli studenti a costruire dentro di sé adeguati atteggiamenti di responsabilità, autocontrollo, esame di realtà, valutazione del rischio e coscienza dei propri limiti. Atteggiamenti che non riguardano il solo lavoro, ma anche il benessere personale, il rispetto per l’ambiente, l’attenzione alle regole di sicurezza stradale e la prudenza in tutti i comportamenti quotidiani negli ambienti di vita.
 
Partendo da queste premesse l’Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro ( AiFOS), ha organizzato per il 27 ottobre a Brescia un convegno gratuito dal titolo “Orizzonti di Scuola: il laboratorio di idee”, in occasione del quale verranno proposte esperienze di sicurezza, case history e progetti innovativi sviluppati all’interno di istituti scolastici di ogni livello. Un convegno che, in quanto parte del progetto “ Coltiviamo la sicurezza”, ha ricevuto il patrocinio di Expo Milano 2015.
 
L’idea di partire da esperienze di sicurezza, di realizzare un laboratorio di idee nasce dalla constatazione dell’Associazione AiFOS che l’esperienza sia un fattore importante e significativo di sviluppo e apprendimento anche nei docenti/formatori oltre che negli studenti delle scuole. Un processo che è in grado di generare un cambiamento reale nelle persone e di veicolare metodologie e attività didattiche efficaci.
 
Non bisogna poi dimenticare che affrontare il tema della salute e sicurezza con gli studenti, come verrà raccontato nei case history presentati al convegno, significa indirettamente migliorare anche la percezione dei rischi correlati agli ambienti scolastici, favorendo condizioni di sicurezza per gli allievi e per il personale della scuola.
 
Ricordiamo che l’importanza di un’educazione al rischio che rientri nei programmi di insegnamento fin dalla scuola dell’infanzia, è stata spesso sottolineata anche dall’Agenzia Europea per la sicurezza e salute sul lavoro, un’agenzia dell'Unione Europea che in questi anni ha pubblicato diversi documenti per l’inserimento dell’ educazione alla sicurezza lavorativa nei percorsi formativi scolastici europei.
 
In particolare l’Agenzia si sofferma sull'inclusione dell'educazione al rischio e della gestione della sicurezza scolastica in un ambito che comprenda anche aspetti quali l'educazione alla promozione della salute, alla prevenzione della violenza e allo sviluppo sostenibile in materia ambientale.
 
Dunque il 27 ottobre 2015, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00, si terrà a Brescia - presso la Sede Nazionale AiFOS c/o CSMT (Università degli Studi di Brescia) in via Branze, 45 – il convegno “Orizzonti di Scuola: il laboratorio di idee”.
 
Questo il programma del convegno:
 
Apertura dei lavori e saluti istituzionali
 
Presentazione di case history riguardanti:
 
- scuola dell’infanzia;
- scuola primaria;
- scuola secondaria di primo grado;
- scuola secondaria di secondo grado.
 
E saranno riportate anche le più significative esperienze extrascolastiche, ad esempio con il coinvolgimento dei figli dei lavoratori di alcune aziende nel progetto “La fabbrica in sicurezza”,  che possono accompagnare i giovani in un mondo del lavoro più sicuro.
 
Il convegno è gratuito, ma per poter partecipare è necessario iscriversi sul sito di AiFOS.
A tutti i partecipanti verrà consegnato un attestato di presenza valido per il rilascio di n.2 crediti di aggiornamento per formatore della sicurezza, area tematica n.3.
 
Il link per iscriversi all’evento:
 
 
 
Per informazioni e iscrizioni:
Sede nazionale AiFOS: via Branze, 45 - 25123 Brescia c/o CSMT, Università degli Studi di Brescia - tel.030.6595031 - fax 030.6595040 www.aifos.it - convegni@aifos.it  
 
 
Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Rispondi Autore: Paolo Scomazzon - likes: 0
23/10/2015 (19:57:58)
Interessante. Sarebbe importante che si parlasse anche di somministrazione dei farmaci salvavita in orario scolastico. Problema grave e irrisolto.
Rispondi Autore: Massimo Zucchiatti - likes: 0
02/12/2015 (09:52:41)
Da oltre 20 anni mi interesso di sicurezza nelle scuole ...proporrò alcune idee..
Da tanti anni ho sviluppato un protocollo pratico ed efficace sui farmaci a scuola ...nato prima del 2011 ma tutt'ora efficace e valido ed applicato on decine di scuole. Se vuole mi scriva Mandi

Utente (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento (obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!