LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano sulla sicurezza sul lavoro, ambiente, security
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!

  

Una scheda per la gestione dei rischi nelle manutenzioni


Indicazioni schematiche per la gestione dei rischi collegati alle attività di manutenzione: azioni, ruoli e responsabilità, documentazione di riferimento e indicatori di prestazione.

Pubblicità
 
Roma, 14 Apr –  PuntoSicuro ha già presentato le  Linee d’Indirizzo per l’implementazione dei Sistemi di gestione per la salute e sicurezza Sgsl-Gatef (Gas, Acqua, Teleriscaldamento, Elettricità, Servizi funerari). Linee d’indirizzo che hanno la finalità di fornire indicazioni operative per strutturare un  sistema organico di gestione utile a garantire miglioramenti nella tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori. Ci soffermiamo oggi sull’attività di pianificazione e sull’attività di identificazione e valutazione dei pericoli necessaria per individuare le misure di prevenzione e protezione più adatte. Riportiamo in particolare la scheda di gestione dei rischi specifici relativa alle attivitàdi manutenzione.
 

 
Allegato D.3.
Il rischio infortunio connesso ad attività di manutenzione
 
Termini e definizioni
Manutenzione[1]: operazione od intervento finalizzato a mantenere in efficienza ed in buono stato i luoghi di lavoro, gli impianti, le attrezzature
Attrezzatura di lavoro: qualsiasi macchina, apparecchio, utensile o impianto, inteso come il complesso di macchine, attrezzature e componenti necessari all’attuazione di un processo produttivo, destinato ad essere usato durante il lavoro
 
Scopo
- Definire una metodologia per identificare e valutare in modo puntuale e sistematico i rischi connessi alle operazioni di manutenzione sia ordinaria che straordinaria di mezzi, macchine, impianti, attrezzature e ambienti di lavoro, compresi i possibili rischi da interferenza
- Definire i criteri e le modalità organizzative per gestire, controllare, prevenire e minimizzare il rischio infortuni derivanti dalle attività di manutenzione
 
Risultati attesi
La gestione efficace dei rischi connessi alle attività di manutenzione
 
Normativa specifica applicabile
D.Lgs. n. 81/08 e s.m.i.
d.m. n. 37 del 22 gennaio 2008
d.p.r. n.186/68
Norme CEI
 
Azioni
1. Identificare sistematicamente i pericoli e i rischi presenti nelle attività di manutenzione, ordinaria e straordinaria, prendendo in considerazione:
-i rischi legati alle attività di manutenzione ordinaria, e straordinaria, di mezzi, macchine, impianti, attrezzature, e ambienti di lavoro, ivi compresi i rischi da interferenze tra lavorazioni contigue e/o contemporanee;
-le modalità di intervento e la presenza di procedure operative.
-le situazioni anomale verificatesi o che potrebbero verificarsi con riferimento a:
. procedure operative
. dispositivi di protezione collettivi e/o individuali
2. Assegnare ai rischi individuati un ordine di priorità in funzione della specificità del contesto lavorativo e definire le relative priorità di intervento
3. Identificare le misure atte a prevenire, eliminare e/o mitigare i rischi
4. Verificare l’idoneità tecnico-professionale del personale incaricato
5. Individuare gli indicatori di prestazione
6. Individuare le risorse umane, strumentali ed economiche per attuare le misure di cui sopra
7. Implementare le misure stabilite e mettere in atto un efficace controllo operativo
8. Erogare formazione e addestramento specifico per l’applicazione delle procedure di manutenzione
 
Ruoli e responsabilità
 
Datore di Lavoro
- Identifica i pericoli, i rischi e le relative priorità
- Adotta le misure idonee a prevenire o a mitigare i rischi legati alle attività di manutenzione e da interferenza
- Individua e dispone le risorse necessarie per la gestione dello specifico rischio
- Adotta la procedura di lavoro specificamente diretta a eliminare o, ove impossibile, ridurre al minimo i rischi propri delle attività di manutenzione
- Elabora gli indicatori di prestazione
 
Dirigenti
- Attuano le misure stabilite dal Datore di Lavoro organizzando l’attività lavorativa
- Coordinano e verificano l’attuazione delle misure stabilite per la riduzione e/o la mitigazione dei rischi
- Collaborano all’individuazione degli indicatori di prestazione
 
Preposti
- Vigilano sul rispetto delle procedure e delle prestazioni
- Segnalano tempestivamente al Datore di Lavoro o al dirigente sia le deficienze dei mezzi e delle attrezzature di lavoro e dei dispositivi di protezione individuale, sia ogni altra condizione di pericolo che si verifichi durante il lavoro, delle quali vengano a conoscenza sulla base della formazione ricevuta (e gli eventuali accessi non autorizzati)
 
Lavoratori
- Seguono le procedure per la corretta esecuzione degli interventi di manutenzione
- Segnalano immediatamente al Datore di Lavoro, al dirigente o al preposto le malfunzionamenti o guasti dei mezzi, dispositivi e impianti ed eventuali condizioni di pericolo (anomalie, incidenti) di cui vengano a conoscenza (e gli eventuali accessi non autorizzati)
 
RSPP
- Collabora con il Datore di Lavoro alla valutazione dei rischi specifici
- Propone nuove metodologie di valutazione del rischio o conferma quelle esistenti
 
Medico Competente
- Collabora con il Datore di Lavoro ed il Servizio di Prevenzione e Protezione nelle attività di valutazione dei rischi nelle attività di manutenzione e nella stesura del Documento di Valutazione dei Rischi
 
RSGSL
- Collabora con il Datore di Lavoro alla valutazione dei rischi specifici nelle attività di manutenzione
- Verifica l'implementazione e l’aggiornamento delle eventuali procedure del processo
 
Documentazione di riferimento
- DUVRI
- DVR aziendale
- DVR delle ditte appaltatrici
- Piani di manutenzione
- Manuali di uso e manutenzione di impianti, di macchine e di attrezzature
- Schede di registrazione degli interventi
- Documenti relativi all’idoneità tecnico-professionale del personale incaricato
- Manuali operativi di impianto
- Planimetrie dei locali e dei siti
- Report di manutenzione
- Registro delle attività di manutenzione periodica e programmata e straordinaria
- Registro verifiche e controllo impianti
- Procedure di manutenzione e pulizia
- Permessi di lavoro: modalità di diffusione, comunicazione, registrazione e verifica
- Verbali di sanzioni/prescrizioni comminati da enti di controllo esterni
 
Indicatori di prestazione
- Costi annui di manutenzione correttiva/costo totale di manutenzione
- Durata, riferita all’anno, della indisponibilità di impianti e attrezzature di lavoro per manutenzione/disponibilità totale attesa
- n° annuo di manutenzioni a guasto
- n° annuo di anomalie
- n° annuo di incidenti/quasi incidenti
- n° annuo di non conformità/osservazioni derivanti da audit
- n° annuo di guasti imprevisti
- Tempi annui di fermo impianti per guasti/ore di funzionamento
 
 


[1] UNI EN 13306 - "Combinazione di tutte le azioni tecniche, amministrative e gestionali, previste durante il ciclo di vita di un'entità, destinate a mantenerla o riportarla in uno stato in cui possa eseguire la funzione richiesta".



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Forum PuntoSicuro

QUESITI? proponili nel FORUM

 


Commenta questo articolo!


Nessun commento è ancora presente.
FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: