LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano sulla sicurezza sul lavoro, ambiente, security
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!

04 aprile 2014 - Cat: Interpelli
  

Interpello: quando non necessita il coordinatore per la progettazione


La Commissione per gli Interpelli risponde in merito all’applicazione dell’articolo 90 comma 11 del D.Lgs. 81/2008 riguardo alla designazione del coordinatore per la progettazione. Quando viene meno l’obbligo e cosa fare in questi casi.

Pubblicità

Roma, 4 Apr – La Commissione Interpelli ha fornito un recente parere sull’applicazione dell’articolo 90 comma 11 del D.Lgs. 81/2008, articolo che stabilisce che la designazione del  coordinatore per la progettazione "non si applica ai lavori privati non soggetti a permesso di costruire in base alla normativa vigente e comunque di importo inferiore ad euro 100.000. In tal caso, le funzioni del coordinatore per la progettazione sono svolte dal coordinatore per la esecuzione dei lavori".
 
Quello della designazione dei coordinatori è sempre stato un argomento delicato che ha prodotto diversi quesiti e dubbi. In conclusione dell’articolo riportiamo a questo proposito articoli/risposte a quesiti a cura di Gerardo Porreca e pubblicati dal nostro giornale.
L’argomento è stato più volte sollevato anche dalla Commissione e dalla Corte di Giustizia Europea. Si è arrivati, ad esempio, nel 2010 ad una  sentenza di condanna del nostro paese in relazione alle deroghe nella nostra normativa all'obbligo di nominare un coordinatore per la sicurezza e la salute al momento della progettazione dell'opera o, comunque, prima dell'esecuzione dei lavori.

Pubblicità

Veniamo al parere della Commissione Interpelli fornito il 13 marzo 2014 nell’Interpello n. 2/2014 -in risposta ai quesiti dell’Associazione Nazionale Imprese Edili Manifatturiere – avente per oggetto “risposta al quesito relativo alla richiesta di chiarimenti in merito all'applicazione dell'art. 90, comma 11, D.Lgs. n. 81/2008”.
 
Infatti l' Associazione Nazionale Imprese Edili Manifatturiere aveva trasmesso istanza di interpello per conoscere il parere della Commissione in particolare sulla corretta individuazione dei cantieri per i quali si applica l'art. 90, comma 11, del D.Lgs. n. 81/2008.
 
A questo riguardo la Commissione Interpelli, ribadendo quanto già contenuto nella normativa, fa alcune premesse:
- l'articolo 90, comma 3, del D.Lgs. n. 81/2008 sancisce l'obbligo, per il committente o per il responsabile dei lavori, di designare, contestualmente all'affidamento dell'incarico di progettazione, il coordinatore per la progettazione nei cantieri in cui sia prevista la presenza di più imprese esecutrici anche non contemporanea;
- l'articolo 90, comma 4, del D.Lgs. n. 81/2008 prevede che “nei cantieri in cui è prevista la presenza di più imprese esecutrici, anche non contemporanea, il committente o il responsabile dei lavori, prima dell'affidamento dei lavori, designa il coordinatore per l'esecuzione dei lavori [...]".
 
Ciò premesso la Commissione fornisce le seguenti indicazioni.
 
Riguardo alla nomina del coordinatore per la progettazione si sottolinea quanto contenuto nell’articolo 90, comma 11, del D.Lgs. n. 81/2008, che come abbiano visto stabilisce che la designazione di tale coordinatore "non si applica ai lavori privati non soggetti a permesso di costruire in base alla normativa vigente e comunque di importo inferiore ad euro 100.000 (...)”.
 
Pertanto il committente o il responsabile dei lavori “non é obbligato a nominare il coordinatore per la progettazione, nei lavori privati, se sono soddisfatti entrambi i seguenti requisiti:
 
- l'opera che si sta realizzando non necessita di permesso di costruire;
 
- l'importo dei lavori è inferiore a 100.000 euro.
 
E nel caso di lavori soggetti all'obbligo del permesso di costruire “il committente è sempre tenuto, ove sia prevista la presenza di più imprese esecutrici anche non contemporanea, a nominare il coordinatore in fase di progettazione, qualunque sia l'entità dell'opera”.
 
Riguardo infine all’ultima frase dell’articolo 90 (“In tal caso, le funzioni del coordinatore per la progettazione sono svolte dal coordinatore per la esecuzione dei lavori”) la Commissione sottolinea infine quanto già riportato nella Circolare n. 30 del 29/10/2009 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali “con la quale si sottolineava che, anche se nei casi previsti dall'articolo 90, comma 11, il committente o il responsabile dei lavori non é tenuto a nominare il coordinatore per la progettazione, dovendo il coordinatore per l'esecuzione svolgere, senza eccezioni o limitazioni, tutte le funzioni previste dall'art. 91 del D.Lgs. n. 81/2008, questi deve ‘essere nominato contestualmente all'affidamento dell'incarico di progettazione, in modo da consentire la piena realizzazione di tutti i compiti connessi al ruolo di coordinatore per la progettazione’.
 
Per un approfondimento riportiamo alcuni articoli di PuntoSicuro sul tema:
 
 
 
 
 
 
 
Tiziano Menduto
 

Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 
Forum PuntoSicuro

QUESITI? proponili nel FORUM

 


Commenta questo articolo!


Rispondi Autore: viard-cretat19/07/2015 (17:50:39)
Ciao! Offerta di prestito
Sei alla ricerca di finanziamenti, sia per aumentare le vostre attività, sia per un progetto o per comprare un appartamento, ma purtroppo la banca vi chiede quali condizioni non si riesce a colmare. Mi sono imbattuto in un uomo d'affari francese che mi ha concesso un finanziamento di 25.000 €, che mi ha permesso di realizzare il mio progetto. Oppure, se siete bannato Banking è disponibile a concedere prestiti a chiunque in grado di far fronte ai propri impegni. in caso contrario il tasso di interesse è del 2% annuo. E-mail: duranddupond290@gmail.com

FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: