Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Sicurezza nell’uso del tornio

Pubblicità
Alcune schede sulle caratteristiche e sull’uso in sicurezza del tornio parallelo sono state realizzate dallo Sportello Unico della prevenzione della Usl 12 della Toscana.
Una pagina web introduttiva descrive sommariamente le funzioni di questa macchina utensile, mentre indicazioni sui rischi e le misure preventive, con riferimenti alle norme UNI EN, sono illustrati nella documentazione allegata [Scheda 1, Scheda 2].

IN particolare viene rilevato che i  rischi principali nell’utilizzo di un tornio parallelo possono essere:
1. Rischi legati ai contatti accidentali con gli attrezzi di fissaggio del pezzo (mandrino, menabrida, staffe per bloccaggio pezzi sul plateau) e con altri parti in movimento del tornio (pezzo in rotazione, barra scanalata,madrevite);
2. Rischi dovuti alla possibilità di accedere alla zona di alloggiamento delle cinghie, pulegge o ingranaggi preposti alla trasmissione del moto rotatorio sulla barra scanalata o sulla madrevite;
3. Rischi di elettrocuzione;
4. Rischi legati ai sistemi di arresto di emergenza;
5. Rischi dovuti alla mancata trattenuta del pezzo in lavorazione;
6. Rischi dovuti alla mancata protezione della zona di operazione dell’utensile;
7. Rischi dovuti alla eventuale rottura dell’utensile, a volte anche punta da trapano;
8. Rischi dovuti alla presenza di trucioli lunghi che possono venire trascinati nel movimento di rotazione del pezzo e colpire l’operatore (tali trucioli si formano soprattutto con alcuni tipi di acciaio ed alcune condizioni di funzionamento del tornio, quali velocità di taglio, il tipo di utensile o punta montata, gli angoli caratteristici degli utensili ,spoglia, taglio, l’avanzamento ecc.);
9. Rischi di impigliamento di abiti e capelli.


Creative Commons License
Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Rispondi Autore: Rino Melis - likes: 0
23/07/2013 (11:35:34)
Vi chiedo cortesemente una consulenza.
E' tecnicamente corretto e sopratutto valido per la sicurezza prendere col mandrino del tornio a 3 griffe un'altro mandrino a 4 griffe per poi lavorare il pezzo serrato dal mandrino a 4 griffe.
Vi ringrazio in anticipo.
Cordiali saluti

Utente (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento (obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!

Redazione di PuntoSicuro

Direttore responsabile:
Luigi Meroni

Redazione:
Federica Gozzini
Tiziano Menduto
Pietro de' Castiglioni

ContattaciFEED RSS