Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Aziende e gestione della sicurezza

Redazione
 Redazione
 SGSL, MOG, dlgs 231/01
05/09/2002: Dall'Agenzia europea uno studio che individua gli elementi chiave per ottenere un buon sistema di gestione della sicurezza e salute sul lavoro. Disponibile on-line.
L'applicazione in azienda di un adeguato sistema di gestione della sicurezza e salute sul luogo di lavoro (SSL) ha rilevanti benefici sul rendimento dell'impresa. ''Un sistema di questo tipo contribuisce ad assicurare un elevato livello di protezione della forza lavoro di un'impresa ed è suscettibile di aumentare il suo rendimento globale.''.

Lo ha ricordato Natascha Waltke dell'UNICE (associazione europea dei datori di lavoro), intervenuta alla presentazione dello studio '' L'uso dei sistemi di gestione della sicurezza e salute sul lavoro negli Stati membri dell'Unione europea'', realizzato dalla dell'Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro.

Non esiste una formula unica nel campo dei sistemi di gestione della SSL, in quanto essi devono essere elaborati in base alle esigenze dell'organizzazione. Tuttavia lo studio ha individuato i cinque elementi fondamentali per costruire un efficiente sistema di gestione della SSL; nessun ''ingrediente'' può essere trascurato.
''E' necessario che siano tutti applicati e integrati nell'organizzazione affinché il sistema sia veramente efficiente e protegga la sicurezza e la salute dei lavoratori'', afferma il direttore dell'Agenzia Hans-Horst Konkolewsky.

Questi in sintesi gli elementi fondamentali:
Ottenere il sostegno e la partecipazione di tutte le parti interessate: Ciò è essenziale per la definizione di obblighi, responsabilità e poteri in tutta l'organizzazione. La direzione deve dedicarsi totalmente all'iniziativa e fornire le risorse necessarie. Anche i lavoratori devono partecipare al programma fin dall'inizio, direttamente oppure tramite un organo che li rappresenti, quale un comitato per la sicurezza.

Fissare obiettivi ragionevoli, in base ad una valutazione della situazione iniziale in materia di pericoli. Tra questi obiettivi può figurare la frequenza di malattie e infortuni, possibilmente confrontata con quella di imprese dello stesso settore, come pure la misura della salute generale e del benessere della forza lavoro.

Concentrarsi sulla sicurezza del personale quando si applica il sistema: La salute e la sicurezza del personale devono essere sempre al centro, sostenute da iniziative di formazione e da personale SSL adeguatamente qualificato. È inoltre importante adottare procedure di gestione della SSL ben documentate e ben divulgate, tra cui misure preventive a tutela del personale e sistemi di controllo per ridurre l'impatto di problemi imprevisti. È poi auspicabile che vengano acquistati prodotti e servizi conformi alle norme di sicurezza dell'organizzazione.

Comunicare i progressi e le possibilità di miglioramento. Deve essere individuato un sistema di verifica per valutare i progressi raggiunti nel campo della SSL. Nel caso di incidenti il sistema di verifica deve consentire la ricerca e l'analisi delle cause profonde. I risultati raggiunti devono essere comunicati regolarmente all'interno dell'organizzazione al fine di promuovere una cultura della SSL.

Agire ai fini di un miglioramento continuo. Attuare regolarmente un riesame della gestione del sistema al fine di individuare i punti in cui può essere migliorato, soprattutto in caso di importanti cambiamenti organizzativi. È essenziale che il sistema sia integrato in tutte le componenti dell'attività aziendale e che sia collegato a sistemi di gestione in atto, quali l'ISO9002.

Questi elementi sono stati individuati e presentati grazie all'analisi di esempi concreti, illustrati nella sezione 3 dello studio; tra le aziende prese in esame compare anche una azienda italiana.

Lo studio, in lingua inglese, è disponibile sul sito dell'Agenzia.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Utente:
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!