Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Un nuovo manuale di igiene e sicurezza del lavoro in agricoltura e zootecnia

Pubblicità

L’ASL di Bergamo da anni porta avanti progetti di prevenzione e formazione per mantenere alta l’attenzione e la cultura sul tema della tutela della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro. Ora il nuovo obiettivo dell’Asl bergamasca è “gettare il seme della cultura della sicurezza nelle nuove generazioni”.
 
In particolare nel comparto agrozootecnico l’attenzione è rivolta ai  futuri periti agrari, che si troveranno a gestire aziende agricole coordinando il personale a loro affidato, occupandosi della sicurezza e della tutela della salute ed esplicando la mansione di “preposti”.
 
In risposta a questo obiettivo è nato il “Manuale di Igiene e Sicurezza del Lavoro in Agricoltura e Zootecnia”, destinato agli studenti degli Istituti Tecnici e Professionali Agrari, che verrà adottato come libro di testo per un corso sulla materia specifica.
 
La guida, che si sviluppa in modo chiaro e completo, può essere un riferimento anche per tutti i professionisti del settore. L'ASL di Bergamo invita tutti i futuri utilizzatori a consultare questa guida, sperimentarla e a collaborare per migliorarla segnalando suggerimenti e integrazioni.
 
Il testo è il risultato di una collaborazione tra il personale medico e tecnico dell’ASL e alcuni Istituti Tecnici Agrari, dove per due anni è stato sviluppato un percorso didattico sperimentale che ha coinvolto insegnanti e studenti. Questa cooperazione ha portato alla realizzazione di un vero e proprio manuale, che rappresenta i primi passi verso l’insegnamento della materia “prevenzione e sicurezza sul lavoro” come obbligatoria e curricolare negli ordinamenti di studi della scuola secondaria di secondo grado.


---- L'articolo continua dopo la pubblicità ----






 
Dopo una prima parte dedicata alla prevenzione e alle note legislative, il manuale si sofferma sulla descrizione delle principali figure dei responsabili della sicurezza sui luoghi di lavoro: RSPP, datore di lavoro, medico competente, RLS, addetti pronto soccorso, addetti antincendio ed emergenze.
 
Alcuni capitoli mettono in evidenza gli obblighi di legge e i rischi per la salute dei lavoratori, l’importanza della manutenzione e della messa in sicurezza dei macchinari per evitare incidenti. Sono anche presenti diverse immagini relative alla segnaletica di sicurezza.
 
Vi è inoltre una parte rivolta alla prevenzione dove viene descritta la documentazione relativa alla valutazione dei rischi (Duvri, autocertificazione) e viene indicato chi deve occuparsi dell’attività di vigilanza e controllo della sicurezza e delle varie funzioni di sorveglianza sanitaria.
 
Una sezione ricostruisce alcuni casi di infortunio. Sono presenti alcune indicazioni per affrontare i casi di critici attraverso la formalizzazione del piano di emergenza, l’organizzazione del primo soccorso e la gestione delle emergenze. Il tutto facendo riferimento allo specifico comparto della zootecnia.
 
Numerose le appendici, che approfondiscono temi importanti come la tutela dei minori, l’inquinamento ambientale e le indicazioni per ulteriori percorsi informativi, come un elenco di film che trattano l’argomento e una lista di siti internet utili per reperire nuovi documenti indispensabili per un costante e completo aggiornamento.
 
Nella guida è sottolineato come la composizione delle aziende agricole sia in forte modificazione: vi è una riduzione del numero delle imprese e una crescita delle dimensioni che richiede più organizzazione, più meccanizzazione, più capacità gestionali e quindi più attività preventive e formative.
 
La guida vuole quindi essere un ausilio per l’insegnamento della sicurezza e della prevenzione nelle scuole e contemporaneamente uno strumento didattico in supporto a chi è già inserito nel mondo del lavoro e necessita di erogare formazione e informazione al fine di tutelare la salute dei lavoratori.
 
 
Federica Gozzini

Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Utente (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento (obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!