Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Correttivo al d.lgs. 81/08: ulteriori documenti

Redazione
 Redazione
 Documentazione
28/05/2009: On line il documento della Consulta giuridica del Lavoro della Cgil sullo schema di decreto correttivo del Testo Unico e uno schema riassuntivo delle modifiche ai Titoli I e XII tratto dal bollettino Adapt.
Pubblicità


La Cgil ha pubblicato il documento della Consulta giuridica del Lavoro della Cgil sullo schema di decreto correttivo del Testo Unico sulla Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro presentato dal Governo alle parti sociali nella riunione del 5 maggio scorso.
 
---- L'articolo continua dopo la pubblicità ----





Il documento è stato redatto da un gruppo di lavoro della consulta coordinato dal prof. Carlo Smuraglia.
 
Indice
Premessa
1. La mancata attuazione del d.lgs. 81/08
1.1. Le proroghe
1.2. I ritardi nell’emanazione dei decreti attuativi
2. La deresponsabilizzazione dei datori di lavoro
2.1. Le presunzioni di conformità
2.2. La certificazione
2.3. Le conseguenze sul diritto al risarcimento dei danni delle vittime di infortunio
3. Le nuove ipotesi di esclusione della responsabilità penale del datore di lavoro e la “rivisitazione” del sistema sanzionatorio
3.1. L’art. 15 bis
3.2. L’art. 16
3.3. La “rivisitazione” del sistema sanzionatorio
4. La violazione degli obblighi comunitari
4.1. La violazione della clausola di responsabilità contenuta nell’art. 5 direttiva 89/391/CE
4.2. Il contrasto con la direttiva 89/391/CE delle disposizioni relative alla valutazione dei rischi
4.3. La valutazione dei rischi da interferenze lavorative
4.4. La riduzione del campo di applicazione
5. L’abbassamento dei livelli di protezione
5.1. L’incostituzionalità per violazione del criterio direttivo di all’art. 1, c. 3, 1. n. 123/07
5.2. I passi indietro rispetto al d.lgs. 81/08
6. Il ruolo pubblico
7. La riduzione dei poteri degli organi di vigilanza
7.1. I limiti al potere di sospensione dei lavori
7.2. I limiti di carattere amministrativo
8. La partecipazione dei lavoratori
8.1. I limiti alla costituzione e ai diritti dei Rls
8.2. Il ruolo degli organismi paritetici
Considerazioni conclusive
 
 
Un’utile sintesi delle principali novità contenute nello schema di decreto correttivo del Testo Unico, e relative ai Titoli I e XII del D.Lgs. n. 81/2008 è disponibile anche sul Bollettino ordinario Adapt del 22 maggio 2009, n. 14.
 
Il documento è commentato da Marco Lai, Responsabile area giuslavoristica Centro Studi Nazionale Cisl, Docente di Diritto del lavoro, Università degli Studi di Firenze:
“Di seguito diamo conto delle principali novità, con un breve commento a margine, con l’auspicio che su tale rilevante materia si possa raggiungere tra tutte le forze politiche e sociali il massimo di convergenza possibile, avendo attenzione, oltre al dato formale, alle azioni e comportamenti quotidiani, sì da innalzare la qualità del nostro convivere civile."
 
Schema riassuntivo delle modifiche ai Titoli I e XII del D.Lgs. n. 81/2008, Bollettino ordinario Adapt del 22 maggio 2009, n. 14 (formato PDF, 83 kB).



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Utente:
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!