Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Le postazioni sicure per la manutenzione delle gru industriali

Redazione
 Redazione
 Edilizia
03/12/2012: Un documento di Suva sui rischi della manutenzione di gru e carriponte industriali e sulla necessità di utilizzare per l’accesso passerelle o piattaforme di servizio. I principi di manutenzione e i requisiti per le pedane e le piattaforme.
Le postazioni sicure per la manutenzione delle gru industriali
Pubblicità
 
Lucerna, 3 Dic – Non solo una manutenzione carente è la causa di quasi il 20% degli incidenti professionali, ma molti incidenti di lavoro riguardano proprio gli addetti alla manutenzione, come più volte sottolineato dalla campagna europea sulla manutenzione sicura degli anni scorsi.
Per migliorare la sicurezza di questi addetti un documento in rete si sofferma sui rischi della manutenzione di gru e carriponte industriali e sulla necessità di utilizzare, per effettuare gli interventi, delle passerelle o delle piattaforme di servizio.
 
Nel documento “Scheda tematica: Accessi a gru” – elaborato da Suva, istituto svizzero per l'assicurazione e la prevenzione degli infortuni – si indica che la manutenzione di una gru “può riguardare diversi tipi di componenti tra cui il carrello con l'unità di sollevamento e il meccanismo di traslazione, la trave principale con il meccanismo di traslazione, il comando, i dispositivi di comando e controllo, gli interruttori di comando, l'alimentazione, i binari”.
In particolare, secondo quanto riportato nei vari manuali d’uso e manutenzione, si ricorda che gli intervalli di controllo per ogni singola componente possono essere diversi, variando generalmente da 3 a 12 mesi.
 
Questi alcuni principi di manutenzione riportati nella Direttiva macchine 2006/42/CE, recepita in Italia con il Decreto Legislativo n. 17 del 27 gennaio 2010:
accesso ai posti di lavoro e ai punti d'intervento utilizzati per la manutenzione (1.6.2.):  la macchina deve essere progettata e costruita in modo da permettere l'accesso in condizioni di sicurezza a tutte le zone in cui è necessario intervenire durante il funzionamento, la regolazione e la manutenzione della macchina;
-contenuto delle istruzioni (1.7.4.2.): (...) s) istruzioni per effettuare in condizioni di sicurezza la regolazione e la manutenzione, incluse le misure di protezione che dovrebbero essere prese durante tali operazioni.
 
E ricordiamo che in una valutazione dei rischi i fabbricanti devono:
- identificare ogni possibile situazione di pericolo;
- eliminare o ridurre i rischi il più possibile;
- adottare le necessarie misure di protezione;
- istruire l'utilizzatore, ad esempio con riferimento all’uso dei dispositivi di protezione individuale.
 
Con riferimento ai rischi del manutentore, si sottolinea che la manutenzione e la riparazione devono sempre essere eseguite da postazioni sicure: “se non è possibile montare una piattaforma elevabile o un dispositivo analogo, è necessario installare i necessari dispositivi di sicurezza direttamente sulla gru”.
 
La scheda riporta alcune tipologie di postazioni sicure:
- “pedane ancorate stabilmente alla gru;
-  pedane ancorate stabilmente all'edificio;
- postazioni di lavoro mobili ( piattaforme di sollevamento, ponteggi ecc.) secondo i requisiti sottoelencati”.
 
In particolare le pedane ancorate stabilmente alla gru sono necessarie:
- “con le gru a bicicletta di tipo bitrave sulle quali il manutentore deve salire per la manutenzione (la manutenzione dal basso non è possibile);
- con le gru a bicicletta con elevata altezza di sollevamento;
- se il pavimento non è sempre agibile;
- con le gru di processo (gru automatiche)”.
Inoltre “queste gru devono essere dotate di una passerella sulla trave principale e di pedane sul carrello. Al di sopra della passerella e dalla pedana è possibile raggiungere ogni parte della struttura per la manutenzione regolare. La gru deve essere accessibile da una postazione collocata al di sopra di un accesso fisso (scala a rampa o a pioli). L'accesso deve essere stabilito dal fabbricante (anche sul lato dell'edificio)”.

Pubblicità
MegaItaliaMedia

Vengono riportati poi ulteriori requisiti in base alla norma SN EN 15011 «Apparecchi di sollevamento – Gru a ponte e gru a cavalletto»:
- “gli accessi alle gru devono essere conformi alla norma SN EN 13586 «Apparecchi di sollevamento – Accessi»;
 - alcuni lavori di manutenzione e controllo possono richiedere l'uso di imbracature di sostegno. Se queste sono necessarie, devono essere presenti dei punti di ancoraggio conformi alla norma EN 795;
- per evitare il pericolo di schiacciamento e cesoiamento bisogna rispettare le distanze minime tra le parti mobili della gru in conformità alle norme EN 349 e SN EN ISO 13857, a meno che non ci siano altri dispositivi di protezione analoghi (sensore di rilevamento persone e dispositivo di limitazione dei movimenti);
- se esiste un reale pericolo di cesoiamento o di caduta sul percorso di accesso, i punti di passaggio devono essere dotati di porte. Le porte devono essere provviste di un sistema di bloccaggio per l'arresto dei movimenti pericolosi”.
 
Diamo qualche informazione sull’uso di piattaforme di sollevamento.
 
Come abbiamo visto per la manutenzione delle gru si possono usare anche le piattaforme di sollevamento rispettando i seguenti requisiti:
- “tutti i punti da esaminare sono raggiungibili dalla piattaforma;
- tra la piattaforma e le parti fisse della gru la distanza di sicurezza non deve mai essere inferiore a 500 mm;
- il pavimento non presenta ostacoli o intralci ed è idoneo all'uso della piattaforma di sollevamento;
- la piattaforma è disponibile sul posto o in tempi brevi”.
 
La scheda indica infine che “se si viene meno a questi requisiti, bisogna ricorrere a pedane fisse con un accesso sicuro”.
 
Concludiamo ricordando che la scheda, che vi invitiamo a visionare, presenta diverse immagini esplicative sull’accesso sicuro alle gru.
 
 
 
N.B.: I riferimenti legislativi contenuti nei documenti di Suva riguardano la realtà svizzera, i suggerimenti indicati e i riferimenti alle norme tecniche europee possono essere comunque di utilità per tutti i lavoratori.
 
 
 
Suva, “ Scheda tematica: Accessi a gru”, settore industria e artigianato, luglio 2012 (formato PDF, 445 kB).
 
 
RTM

Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Utente:
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!