Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

La sicurezza nel lavoro agricolo

Tiziano Menduto
 Tiziano Menduto
 Agricoltura
28/11/2008: Consultabile on line il CD "La sicurezza nel lavoro agricolo” della regione Emilia-Romagna: come migliorare la sicurezza nel settore agricolo? Come integrare i dispositivi di sicurezza sui vecchi trattori e adeguarli alla conformità della legge?
Pubblicità
google_ad_client<\/div

In Emilia Romagna, come in diverse regioni italiane, diminuisce il numero di infortuni che avvengono nel comparto agricolo: nel 2007 sono passati da 9.038 a 8.276 e gli incidenti mortali da 12 a 11.
 
---- L'articolo continua dopo la pubblicità ----






Calo che è ancora più evidente se comparato alle cifre di dieci anni fa: nel 1997 erano stati 14.694 gli infortuni e 24 i morti.
Tuttavia se i dati sono in discesa sono ancora troppi gli incidenti che avvengono in questo comparto e sono necessari specifici interventi per ridurli ulteriormente.
 
Analizzando le cause di infortunio si evidenzia come uno dei problemi  principali sia rappresentato dalla sicurezza dei mezzi agricoli.
Su 180.000 trattori attivi, ben 150.00 sono stati immatricolati più di 10 anni fa e su questi trattori meno recenti sono diverse le anomali che si possono riscontrare in relazione alla sicurezza e in particolare ai dispositivi antiribaltamento e alle cinture di sicurezza.
 
Per questo motivo la Regione Emilia-Romagna ha promosso un progetto sulla sicurezza dell’uso delle macchine agricole che usufruisce del finanziamento di Inail, della consulenza tecnica dell’Ispesl e del Dipartimento di economia ed ingegneria agrarie dell’Università di Bologna.
 
Questo progetto che, secondo l’assessore Tiberio Rabboni, permetterà di “ridurre drasticamente il rischio per gli agricoltori di lesioni gravi e gravissime", renderà possibile, con una spesa “ridotta”, di integrare i dispositivi di sicurezza sui vecchi trattori e adeguarli alla conformità della legge.
 
Informazioni sugli interventi di adeguamento possono essere trovati sul portale Ermes Agricoltura (Assessorato Agricoltura della Regione Emilia Romagna) e nel testo del CD-Rom "La sicurezza nel lavoro agricolo 2008”.
 
In particolare quest’ultimo strumento, che può essere richiesto o anche consultato on line, “affronta le principali problematiche connesse al miglioramento delle condizioni di sicurezza del lavoro nel settore agricolo”.
 
Il prodotto è rivolto agli operatori del settore agricolo e cerca di colmare la lacuna informativa riguardo alle normative, ad esempio il D.Lgs 81/2008, di cui non è semplice facile la comprensione e la traduzione in norme pratiche.
 
Nel CD inoltre si accenna a tematiche non strettamente relativi alla sicurezza del lavoro.
Ad esempio sono forniti “accenni ed indirizzi, comunque significativi, in merito alle tematiche igienico-sanitarie ed ambientali, nella consapevolezza che la cultura della sicurezza vada di pari passo con quella più generale della tutela della salute umana nei suoi aspetti più ampi”.
 
I temi trattati nel CD:

- adempimenti del datore di lavoro ai sensi del D.Lgs 81/2008; 

- accesso, percorsi e viabilità interni/esterni;

- allevamenti; 

- fabbricati generici e strutture annesse; 

- fattori fisici; 

- fattorie didattiche/aperte; 

- impianti di servizi; 

- impianti di trasformazione; 

- macchine; 

- movimentazione manuale carichi;

- prodotti pericolosi; 

- segnaletica;  

- vendita diretta.
 
 
"La sicurezza nel lavoro agricolo 2008”, i materiali del CD-Rom.
 
 
Tiziano Menduto


 
Pubblicità
google_ad_client<\/div

Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Utente (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento (obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!