Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
stampa articolo  esporta articolo in PDF

Le immagini dell’insicurezza: giochiamo a nascondino?


Brescia, 12 Ott - Il classico nascondino si presta ad essere giocato con molte varianti, ma quella illustrata nelle immagini dell’insicurezza di SICURELLO.no di oggi non è certamente la più canonica e sicura.

 

Le fotografie sono state scattate durante una passeggiata serale in una città di medie dimensioni: la scena è quella classica di un ponteggio realizzato in adiacenza ad un edificio posto all’incrocio di due strade. Gli spazi sono ristretti ed il ponteggio parte direttamente dal marciapiede o quasi.

 

 

 

Ed è qui che il dubbio serpeggia, all’andata avevo notato sia il ponteggio (che tra le altre situazioni non certamente a norma quella che più risaltava era l’assenza di protezione dei montanti posizionati parzialmente sulla sede stradale a diretto contatto con le vetture che transitano), sia che molti pedoni attraversavano la strada a semaforo pedonale rosso: ok che il rosso non lo rispetta mai nessuno, ma era strano che tutti passassero a rischio investimento, proprio come se il semaforo non esistesse.

 

 Pubblicità

RSPP-ASPP aggiornamento 8 ore - Nuovi presidi di sicurezza - Tutti i settori
Corso online di aggiornamento per RSPP-ASPP di attività appartenenti a tutti i settori di attività ATECO 2007. Il corso costituisce quota del credito formativo richiesto per RSPP-ASPP e Docenti-formatori in salute e sicurezza sul lavoro.

 

Ma è al ritorno che l’arcano si svela: il semaforo per i pedoni in realtà esiste, ma è completamente oscurato da una pubblicità posta sul ponteggio.

E non solo il semaforo pedonale è nascosto, ma anche il cartello di senso vietato diventa invisibile e parzialmente anche il semaforo che regola il flusso di autovetture.

 

Ma chi ha pensato il ponteggio, chi l’ha montato, chi ha appeso la pubblicità, chi…. ????

 

O forse è meglio non porsi certe domande e continuare a giocare a nascondino sperando che nessuno trovi il colpevole.

 

Geom. Stefano Farina, Consigliere Nazionale AiFOS e Referente Gruppo di Lavoro Costruzioni di AiFOS.

 

Fonte: SICURELLO.no: l’evidenza dei mancati infortuni.



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:

Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!