Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
stampa articolo  esporta articolo in PDF

Le immagini dell’insicurezza: demolizione controllata!


Brescia, 5 Ott - In materia di demolizioni la normativa prevede che esse siano eseguite sotto la sorveglianza di un preposto e da questo punto di vista la situazione immortalata nelle immagini dell’insicurezza di SICURELLO.no di oggi, forse è regolare. Infatti sembra che a controllare il lavoro ci siano ben due operatori.

Ma qui ci fermiamo, almeno per quanto riguarda la sicurezza.

 

Pubblicità
MegaItaliaMedia

 

Le fotografie sono molto esplicite: un lavoratore sta eseguendo l’attività di demolizione di un cornicione in cemento armato, è posizionato direttamente su di esso e demolisce il calcestruzzo posto sotto i suoi piedi. La quota di lavoro si può stimare tra i 5,00 ed i 6,00 metri e tale è anche l’altezza di caduta dell’operaio se qualcosa dovesse andare male.

 

 

 

In effetti indossa l’imbrago, ma non risulta che esso sia ancorato ad un punto stabile e pertanto risulta totalmente inutile. Da considerare che anche se l’imbrago fosse correttamente ancorato la procedura di lavoro risulterebbe comunque scorretta.

 

Cosa potrebbe succedere al lavoratore in caso di cedimento della struttura in demolizione è facilmente immaginabile e certamente i colleghi sulla piattaforma (tra l’altro privi dei dpi anticaduta) non sarebbero certamente in grado di “proteggerlo”.

 

 

Si ringrazia il Dott. Roberto Serra per le fotografie

 

Geom. Stefano Farina, Consigliere Nazionale AiFOS e Referente Gruppo di Lavoro Costruzioni di AiFOS.

 

Fonte: SICURELLO.no : l’evidenza dei mancati infortuni.

 



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Rispondi Autore: Raffaele Giovanni - Ispettore tecnico del lavoro05/10/2018 (10:35:59)
Il geom. Stefano Farina come sempre preciso , puntuale nelle descrizioni, ed in giro per nuove foto . Buon lavoro Stefano

Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:

Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!