Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Le immagini dell’insicurezza


 

Brescia, 9 Dic - Le immagini  dell’insicurezza di SICURELLO.no di oggi ci portano in un cantiere, dove sono in corso dei lavori di finitura dei cortili attigui ad un edificio.

 

Pubblicità
Preposti - Aggiornamento giuridico - 6 ore
Corso online di aggiornamento quinquennale per Preposti di tutti i settori o comparti aziendali.
 

Un operatore, forse il preposto visto che sta impartendo ordini ai colleghi, cammina tranquillamente sul bordo di un pozzetto in calcestruzzo appena posizionato.

 

 

 

 

 

 

Il rischio di mettere un piede in fallo e fare una rovinosa caduta, con contusioni che possono risultare oltre che dolorose anche molto gravi (pensiamo a che conseguenze potrebbe avere sulla spina dorsale l’urto con la schiena contro il bordo del pozzetto stesso), è limitato dal solo “equilibrio” del lavoratore.

 

Guardano oltre questa specifica attività, si rilevano anche attrezzature posate sul bordo del muretto e conseguente rischio di caduta materiali sull’operaio sottostante,  ma soprattutto le recinzioni prefabbricate posizionate a coronamento del solaio in sostituzione dei previsti e normati parapetti anticaduta.

 

Anche in questo caso ci chiediamo che potrebbe capitare se un lavoratore od un tecnico si appoggia a tali recinzioni (magari dopo un inciampo)?

 

Certamente il solo posizionamento sui supporti appoggiati sul muretto non avrebbe nessun effetto di “trattenuta” e la persona, assieme alla recinzione, cadrebbe al piano sottostante.

 

L’occhio però è appagato (forse).

 

Geom. Stefano Farina, Consigliere Nazionale AiFOS e Responsabile Comitato AiFOS COSTRUZIONI

 

 

Fonte: SICURELLO.no : l’evidenza dei mancati infortuni.




Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Utente:
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!