Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
stampa articolo  esporta articolo in PDF

Impariamo dagli errori: doveva essere un semplice taglio di un listello

Impariamo dagli errori: doveva essere un semplice taglio di un listello
 
 Imparare dagli errori
24/07/2018: Un lavoratore si feriva al dito indice durante le operazioni di taglio legname. Perché è avvenuto l’infortunio? Come si poteva prevenire?
Pubblichiamo un articolo tratto dalla campagna informativa sulle dinamiche infortunistiche dal titolo “Impariamo dagli errori” che è stata lanciata nelle scorse settimane dall’ ATS della Brianza.

 

Doveva essere un semplice taglio di un listello

Tipo di Infortunio: Contatto con organi lavoratori in movimento di un macchinario

Lavorazione: Comparto legno/Operazioni di taglio legname

 

Descrizione infortunio:  

Contesto: In una falegnameria artigiana un lavoratore dipendente tagliava un listello di legno utilizzando una troncatrice a disco con due teste di lavoro.

Dinamica incidente: Il lavoratore nel tagliare un listello in legno, che tratteneva con la mano destra, nonostante la presenza del pressore, si feriva al dito indice. 

Contatto: Tra il disco di taglio della troncatrice ed un dito del lavoratore.

 

Esito trauma:   

  • Amputazione 2°dito mano dx 
  • 155 giorni complessivi di infortunio  
  • Postumi permanenti, con 7 gradi percentuali INAIL di invalidità 

 

Perché è avvenuto l’infortunio?  

Determinanti dell’evento:

  • Errore di manovra, in quanto l’infortunato tratteneva il listello con la mano dx nonostante la presenza del pressore che era entrato in funzione automaticamente dopo l’azionamento del taglio con pedale;
  • cuffie di protezione mobili delle lame della troncatrice incomplete e non a Norma.

 

Criticità organizzative alla base dell’evento:

  • Carente Valutazione dei Rischi che non evidenziava e correggeva l’anomalia sulle cuffie di protezioni delle lame della troncatrice.

 

 Pubblicità

La sicurezza nella lavorazione del legno
Formazione sui rischi specifici per chi lavora in falegnameria (Art. 37 D.Lgs. 81/08)

 

Come prevenire:                   

  • Utilizzo di troncatrici con tutte le moderne protezioni (cuffie mobili correttamente posizionate, pulsante ad azione mantenuta ecc.), quindi valutazione adeguata del rischio presente sulle eventuali vecchie troncatrici in uso e fare le necessarie bonifiche o sostituzioni con macchine nuove;
  • utilizzo in ogni occasione del sistema di bloccaggio con pressa pneumatica dei pezzi;
  • manutenzione costante e funzionamento adeguato delle cuffie mobili di protezione delle lame;
  • istruzione adeguata dei lavoratori sull'uso del pressore e sui rischi connessi all’uso della macchina;

 

  • protezione fissa superiore (A) protegge la parte superiore della lama non interessata al taglio;
  • protezione fissa (B) bilaterale dietro la sponda, a protezione dell'area di non taglio inferiore;
  • protezione mobile (C) a copertura bilaterale della dentatura della lama. Tale protezione è completamente chiusa in posizione di riposo e si apre gradualmente ed automaticamente fino alla massima apertura in corrispondenza della posizione più bassa della lama;

 

 

  • per le macchine manuali è inoltre importante il corretto funzionamento della molla di ritorno automatico in posizione rialzata al rilascio del comando volontari o di discesa o dell’alternativo sistema di contrappesi.

 

 

 

Rappresentazione Grafica dell'Infortunio

 

Fonte: ATS BRIANZA


Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Rispondi Autore: Giorgio Turconi24/07/2018 (08:32:52)
non conosco bene la situazione , secondo me questo dimostra che come diceva Einstein esiste due cose infinite ecc. ecc..
Rispondi Autore: Renato D'Avenia24/07/2018 (09:12:24)
Per quanto non si registra ancora l'utilizzo di modelli causali per l'investigazione degli eventi, leggere di una causa organizzativa, segna un importantissimo passo in avanti, specie se questa è individuata dall'Organo di Vigilanza. Ci si auspica, vista la prognosi, che sia fatta un'indagine orientata alla verifica dell'efficacia esimente del modello organizzativo.

Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:

Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!