esporta articolo in PDF

Imparare dagli errori: cadere dalle scale portatili nei luoghi di vita

Imparare dagli errori: cadere dalle scale portatili nei luoghi di vita
21/02/2019: Dati e informazioni sugli infortuni domestici che avvengono in relazione all’utilizzo di scale portatili. La prevenzione delle cadute e l’importanza di utilizzare scale in buono stato. Le scale semplici, le scale doppie e i suggerimenti per il loro uso.
Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
 

Brescia, 21 Feb – Abbiamo ricordato più volte nei nostri articoli quanto siano frequenti e diffusi gli infortuni per le cadute dalle scale portatili, sia scale semplici che scale doppie, nei luoghi di lavoro. E a questa tipologia di infortunio abbiamo dedicato in passato molte puntate della rubrica “ Imparare dagli errori”, dedicata al racconto e all’analisi degli infortuni lavorativi.

 

Tuttavia, come indicato anche nell’articolo “ Imparare dagli errori: gli infortuni domestici e le cadute dall’alto”, la caduta dalle scale portatili è molto frequente anche tra gli infortuni domestici e le cause di queste cadute sono spesso simili a quelle degli infortuni professionali: scale non adeguate, in cattivo stato, senza manutenzione, comportamenti errati, sottovalutazione dei rischi, fretta e disattenzione, …



Pubblicità
La sicurezza in casa - 1 ora
Corso online di auto formazione sui rischi in ambito domestico per adulti e bambini
 

Partendo dalla considerazione, con riferimento ad un intervento di Nicola De Lussu (ATS Milano) al seminario “La prevenzione e la promozione della salute in Lombardia: criticità e prospettive” (Milano, 27 ottobre 2017), che nei ‘non luoghi di lavoro avviene circa l’80% degli incidenti, torniamo oggi a parlare di infortuni domestici correlati alla caduta da scale portatili e a fornire alcuni suggerimenti per la prevenzione.

 

 

La caduta dalle scale nei non luoghi di lavoro

L’intervento di De Lussu – dal titolo “ La prevenzione in Regione Lombardia e l’applicazione della Legge 23/2015: la situazione e le proposte. Territorio e salute: il contributo della sanità pubblica alla qualità ambientale e degli ambienti di vita: sviluppo urbano, qualità delle acque, qualità delle abitazioni e degli ambienti di vita” – fornisce alcuni utili dati sulle sugli infortuni domestici anche in riferimento al tema delle cadute.

 

Riguardo agli infortuni professionali i dati INAIL su tutti gli infortuni riconosciuti in Italia dal 2000 al 2011, indicano che 254631 di questi “sono avvenuti con il coinvolgimento di scale portatili (pari quindi al 4% del totale degli infortuni)”.

 

Mentre il sito del Ministero della Salute raccoglie le più frequenti tipologie di incidenti domestici:

  • Ferite da taglio (41%) causate da coltelli o altri oggetti taglienti, come bicchieri, lattine, bottiglie e scatolette metalliche.
  • Cadute (29%), che possono originarsi da scale removibili, sgabelli, tappeti e tappetini, scale fisse.
  • Ustioni provocate da pentole, forno, fornelli, ferro da stiro, olio bollente o acqua / vapore bollente. Un accesso al Pronto Soccorso su 10 riguarda proprio questo tipo di incidente domestico”.
  • Avvelenamenti che “riguardano soprattutto i bambini: avvelenamenti per ingestione di detersivi, insetticidi, prodotti per il giardinaggio, lasciati incustoditi o a portata di bambino o travasati in bottiglie anonime” anche con riferimento all’ingestione di pile.

 

Con riferimento anche ai dati del sistema europeo di sorveglianza degli incidenti della Commissione europea riguardo all’uso di scale portatili, l’intervento di De Lussu segnala che la casa (nel 66% dei casi) ‘risulta il luogo con maggiore frequenza di accadimento di incidente, confermando che laddove, come per il luogo di lavoro, esista una maggiore professionalità unita a una formazione e a un adeguato controllo, si ottengono buoni risultati’. E una gran parte degli incidenti “avviene durante le attività legate al tempo libero e al lavoro gratuito”.

 

Bisogna dunque indurre tutti coloro che usano scale portatili a seguire procedure sicure, “a non seguire criteri istintivi e/o improvvisazioni”: è importante “modificare l’approccio culturale del consumatore quando questi debba affrontare qualsiasi attività che comporti dei rischi”.

 

La prevenzione delle cadute dalle scale

Sono molti i documenti, presenti in rete, che raccolgono utili suggerimenti per l’uso delle scale portatili, suggerimenti che, benchè siano spesso rivolti ai lavoratori, possono tornare utili anche per la sicurezza nei luoghi di vita.

 

Per raccogliere alcune importanti regole nell’uso delle scale possiamo fare riferimento alla pubblicazione “ Chi risponde 10 volte ‘sì’? Il test per i professionisti delle scale”, realizzata da Suva, istituto svizzero per l'assicurazione e la prevenzione degli infortuni.

 

Riportiamo dal documento alcune domande adatte ad ogni utilizzatore di scale portatili:

  • La scala è in buono stato? È infatti bene verificare le scale prima di usarle ed evitare assolutamente di utilizzare scale difettose.
  • La scala è lunga a sufficienza?
  • La scala è appoggiata in modo da non poter scivolare?
  • Ti sei assicurato che nessuno possa urtare la scala o inciamparci?
  • Porti delle scarpe con suole robuste? Rispetto all’attività che si sta svolgendo è utile indossare scarpe comode e adatte.
  • Hai messo tutti gli utensili ed i materiali in una borsa adatta?

 

Qualche consiglio lo possiamo prendere poi da un altro documento di Suva, dal titolo “ Le scale portatili possono essere molto pericolose. Consigli utili per la vostra sicurezza”.

 

Alcuni suggerimenti per lavorare in sicurezza:

- su scale semplici: “non si deve salire sugli ultimi pioli altrimenti si compromette la libertà di movimento e il lavoro diventa più faticoso. In questa posizione instabile si può perdere facilmente l’equilibrio e rischiare una brutta caduta. Non sporgersi troppo di lato. Se il baricentro del corpo si trova all’esterno dei montanti, la scala può spostarsi lateralmente e causare, nella maggior parte dei casi, la caduta del lavoratore”;

- su scale doppie: “i lavori eseguiti su scale doppie sono una causa comune di infortuni dovuti al rovesciamento laterale della scala”. Ad esempio nella posizione a cavalcioni assunta per lavorare su scale doppie basta “una leggera inclinazione in avanti del corpo o una minima pressione contraria – per esempio eseguendo fori in una parete con il trapano – per far ribaltare la scala”.

 

Riportiamo, infine, qualche articolo di approfondimento di PuntoSicuro sulla sicurezza nell’uso delle scale portatili:

 

 

 

Tiziano Menduto



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!