Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

I quesiti sul decreto 81: addestramento all’uso di DPI

I quesiti sul decreto 81: addestramento all’uso di DPI
07/10/2015: Sull’addestramento dei lavoratori per l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale di terza categoria. A cura di G.Porreca.

 
Bari, 7 Ott – Un quesito sull’addestramento dei lavoratori per l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale di terza categoria. Risposta a cura di Gerardo Porreca ( www.porreca.it).
 
Quesito
Un lavoratore che deve essere adibito all’utilizzo di una piattaforma di lavoro elevabile che ha frequentato il corso previsto dall’Accordo Stato Regioni del 22/2/2012 deve svolgere anche il corso per  l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale di III categoria di cui all’art. 77 comma 5 del D. Lgs. n. 81/2008?
 

Pubblicità
MegaItaliaMedia
 
 
Risposta
Il quesito, finalizzato a conoscere se chi ha frequentato il corso per l’abilitazione alla conduzione di una piattaforma di lavoro elevabile (nel seguito indicata più brevemente come PLE), così come previsto dall’Accordo Stato-Regioni del 22/2/2012, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 12/3/2012 ed entrato in vigore dal 12/3/2013, e relativo alla conduzione di particolari attrezzature di lavoro di cui all’articolo 73 comma 5 del D. Lgs. 9/4/2008 n. 81 deve comunque essere stato addestrato all’uso dei dispositivi di protezione individuale contro la caduta dall’alto (cintura di sicurezza), richiede un esame delle normative applicabili al caso in esame ed alle quali fanno capo gli obblighi corrispondenti.
 
L’obbligo dell’addestramento dei lavoratori all’uso di un DPI di III categoria, alla quale appartiene la cintura di sicurezza, è stato stabilito con l’art. 77 del D. Lgs. n. 81/2008, contenente gli obblighi del datore di lavoro per quanto riguarda la scelta, la fornitura, l’utilizzo, la manutenzione, l’informazione e la formazione circa l’uso corretto e l’utilizzo pratico dei DPI in generale, il quale al comma 5 lettera a) ha stabilito in particolare che “in ogni caso l’addestramento è indispensabile per ogni DPI che, ai sensi del decreto legislativo 4 dicembre 1992 n. 475, appartenga alla terza categoria”.
 
(...)
 
La risposta completa è disponibile per gli abbonati in area riservata:
 




Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Rispondi Autore: kendo - likes: 0
07/10/2015 (09:38:59)
Non sono d'accordo. Se uno dovesse già sapere come usare le imbragature (che poi, voglio dire, mi sembra eccessivo fare un corso per sapersi infilare un imbrago..a quando quello per infilarsi le mutande??) l'avrebbero scritto come pre-requisito nell'Accordo Stato Regioni sulle attrezzature e non l'avrebbero messo nel programma. L'"utilizzo" è da intendersi come addestramento. Quindi, spero vivamente che ognuno legga queste INTERPRETAZIONI come puramente personali. Basta con queste letture cervellotiche delle leggi!!
Rispondi Autore: raffaele scalese - likes: 0
07/10/2015 (10:06:31)
caro Kenco,
senza polemica ma solo un punto di vista MOLTO MOLTO diverso dal tuo.

Ma hai mai provato a fare indossare una cintura di sicurezza di tipo a cosciale ad un lavoratore, anche di esperienza, ma che non lo aveva mai fatto ??.
Ti garantisco che c'è da riflettere.

Inoltre la problematica dei controlli periodici sei proprio sicuro che lo stesso lavoratore non la debba conoscere ??.
Credo che questo di chiami FORMAZIONE ed ADDESTRAMENTO.

Per quanto attiene l'indosso della biancheria intima credo che ciascuno di noi abbia avuto la sua formazione... dalla mamma.
Inoltre la biancheria intima NON è ricompresa nei DPI... e pertanto NON comporta obbligi formativo.
Siamo tranquilli.
Sempre affettuosamente
raffaele scalese Salerno
Rispondi Autore: Kendo - likes: 0
07/10/2015 (10:15:28)
Infatti. Prima di salire su una piattaforma, gli si insegna come metterla. Questo è addestramento. Fine della puntata. Senza tanti corsi, ricorsi e cervellotiche deduzioni.
Ciao
Rispondi Autore: Andrea Vaccari - likes: 0
07/10/2015 (13:12:47)
Ritengo che le semplificazioni siano senz'altro utili, ma quando arrivano a non voler approfondire i temi, il rischio di perdere di vista il senso degli adempimenti, è elevatissimo.
Nel caso in questione la ragione dell'imbragatura è quella di garantire un sostegno in caso di caduta. L'atto dell'indossarla è una importantissima fase operativa, ma è solo una delle prime cose da sapere (e da saper fare). Certo non è l'unica.
Posso ignorare il mio stato psicofisico prima di apprestarmi a svolgere quel lavoro?
Cosa guardare prima di indossarla per verificare se il dispositivo è in buono stato?
Quali i controlli da fare appena indossata per accertarsi della sua corretta sistemazione?
Cosa devo fare in caso di caduta per garantirmi la protezione?
Queste operazioni posso farle da solo o è obbligatgorio essere almeno in due, di cui uno sempre in contatto con l'operatore in quota e possibilmente, in zona sicura?
Quando uno cade e si trova appeso all'imbragatura, cosa deve fare per mantenere una buona circolazione agli arti?
Posso rimanere appeso per un tempo indefinito o oltre un certo limite posso avere problemi gravi?

Come si vede, non ponendosi delle domande la sicurezza va a rotoli.
Evitiamo per favore le facilonerie se non vogliamo che tutte le sere di ogni anno dobbiamo aggiungere 3/4 persone nelle liste dei morti sul lavoro.
Rispondi Autore: giulio gualtieri - likes: 0
07/10/2015 (15:00:02)
Mi rivolgo a chi ritiene sufficiente la formazione all'utilizzo dei DPI anticaduta durante il corso PLE. Avete idea di quello che c'è da sapere in merito? Parlo di utilizzo corretto, manutenzione, tirante d'aria fattore di caduta, fino ad arrivare alla gestione emergenze. E volete farmi credere che durante un corso PLE si ha il tempo (tralasciando la voglia...) di parlare di tutto questo? E badate bene, "tutto questo" salva la vita. La formazione in Italia giá funziona male, non contribuiamo a peggiorarla.
Rispondi Autore: Kendo - likes: 0
07/10/2015 (18:53:40)
Quanto moralismo da bar..
Rispondi Autore: Luca L. - likes: 0
07/10/2015 (20:19:01)
Ragazzi ma stiamo un po esagerando no? Sappiamo che la funzione della cintura su una PLE è quella di posizionamento/trattenuta e nn di anticaduta, anche se poi la norma UNi prevede la cintura con bratelle e cosciali. Quindi è giusto addestrare l'operatore all'utilizzo, ai controlli ed alle tecniche di lavoro ma mica c'è da fare un modulo per lavoro su funi...
Rispondi Autore: claudia a. - likes: 0
27/02/2018 (13:04:21)
Caro Kendo
probabilmente lei non ha un Bassisima percezione del rischio.
pensa che basta veramente dire infilala come ti metti le mutande?
Sarei curiosa di sapere che lavoro fa, e sopratutto quanti anni ha?
sicuramente è di quelli con una scarsa educazione alla sicurezza propria e degli altri, e sopratutto ha una scarsa informazione sulla sicurezza in genere e molto probabilmente anche a livello di anatomia è scarsamente informato, altrimenti certe castronerie non le avrebbe mai dette o pensate.
Sa che cosa è l'effetto pendolo??
sa che sono sono le linee vita ?
sa cosa sono i dissipatori di energia? e a cosa servono
Sa cosa succede quando cade e sta appeso come un salame?
Sa dopo quanti minuti lei inizia a perdere l'utilizzo degli arti?
Sa quanto tempo ci impiega il suo cuore a smettere di battere?
Sa cosa accade quando si ha un colpo di calore?
Sa quali sono le verifiche necessarie a far si che un operatore possa salire con la certezza di essere in sicurezza di tornare a casa dalla famiglia?
lei ha una minima dea di quante persone muoiono per lavorare e dare da mangiare allo stato e al loro datore di lavoro solo perchè per loro la SICUREZZA è solo FORTUNA.
Un sacco e la sua Ignoranza ( perchè vuole IGNORARE) è quella che porterà le persone come lei a continuare a far parlare i giornali di morti.

Utente:
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!