Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Salerno: chiami il 112 e risponde la Polizia di Stato

15/07/2008: Dal 10 Luglio parte a Salerno la sperimentazione in Italia del numero unico europeo per le chiamate d’emergenza: il 112. Al via anche l’assistenza di operatori multilingue.
Pubblicità

 
Dal 10 Luglio a Salerno chiamando il 112 potrebbe rispondere anche la Polizia di Stato e non solo i Carabinieri.
 
È infatti finalmente partita la fase di sperimentazione, a distanza di anni dalla direttiva europea 2002/22/CE del 7 marzo 2002 e del Decreto ministeriale del 27 aprile 2006 che istituivano il numero unico europeo d'emergenza 112 e soprattutto dopo che la Corte di giustizia europea ha avviato un procedimento di infrazione per il nostro paese perché il numero non è ancora “pienamente funzionale e disponibile”.
 

---- L'articolo continua dopo la pubblicità ----






Il progetto del 112, Numero unico europeo (Nue), gestito dalle centrali della Polizia di Stato e dell’Arma dei carabinieri, per ora è quindi attivo solo a Salerno e dintorni.
Sarà presto attivo nelle province di Imperia, Sassari, Perugia, Padova, Como, Torino, Crotone e Matera. Seguiranno poi le province di Caltanissetta, Caserta, Nuoro, Reggio Emilia e Varese, e l'attivazione del numero proseguirà gradualmente, in otto nuove province ogni mese, fino alla copertura dell'intero territorio nazionale.
 
Ma come funziona? Le chiamate al 112 sono ripartite al 50 per cento tra le centrali operative della Polizia di Stato e dei Carabinieri, e da queste inviate al presidio più vicino (Commissariati di Polizia, Compagnie o Stazioni dei Carabinieri).
La sala operativa ha la possibilità di conoscere immediatamente il numero di telefono, il gestore telefonico e, entro 7 secondi dall’inizio della conversazione, anche la localizzazione del chiamante.
 
Per rispondere in modo competente ai cittadini stranieri l’operatore del 112 si avvale della collaborazione di un interprete in lingua inglese, francese, tedesca e spagnola. Quindi in caso di chiamata al 112 in lingua straniera, ma solo nel caso in cui la telefonata debba essere indirizzata al 118, entra in funzione un sistema di audio–multiconferenza che mette in comunicazione il chiamante con l’operatore della Polizia e con l’operatore multilingue.
 
In attesa che il 112 sia fruibile da tutta l’Italia, rimangono attivi i numeri di emergenza di soccorso pubblico: come il 113 (Polizia), il 118 (emergenza sanitaria), il 115 (Vigili del fuoco), 117 (Guardia di Finanza), ecc.
 
 
 
 


Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Utente:
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!