LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano sulla sicurezza sul lavoro, ambiente, security
Iscriviti alla Newsletter
Ricevi ogni giorno le principali notizie sulla sicurezza nei luoghi di lavoro!
Iscriviti alla newsletter di PuntoSicuro
Accedi alla Banca Dati
Accedi alla Banca Dati di PuntoSicuroAbbonati alla Banca Dati di PuntoSicuro
X
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!

  

Gestione emergenze in alberghi e ristoranti


Le misure di prevenzione da osservare per affrontare al meglio eventuali emergenze: vie di fuga, illuminazione d’emergenza, presidi antincendio, pronto soccorso e i casi di aggressione.

Pubblicità

 
Pubblichiamo un estratto del manuale di SUVA “Informazioni utili sulla sicurezza sul lavoro in imprese dell’industria alberghiera, della ristorazione, cucine di ospedali e ricoveri” che spiega alcune situazione di pericolo e le misure di prevenzione da osservare per affrontare meglio i casi di emergenza.
 


Pubblicità
La sicurezza nel turismoVideocorsi in DVD - La sicurezza nel turismo
Formazione sui rischi specifici dei lavoratori di alberghi, villaggi turistici e campeggi (Art. 37 D.Lgs. 81/08)
 
 
Organizzazione per i casi di emergenza
 
Situazione / pericolo
Misure di prevenzione / da osservare
Vie di circolazione e di
fuga, uscite di emergenza
Ostacoli dovuti alla
presenza di oggetti
deposti sul pavimento
 
 
Segnaletica assente
 
 
Scarsa illuminazione
 
 
 
Porte sbarrate, chiusure
mal funzionanti
 
 
 
 
 
Ostacoli dovuti a
porte bloccate nelle aree
di sicurezza
 
 
 
-Definire, segnalare, illuminare e tenere sempre sgombre le vie di circolazione, le vie di fuga e le uscite di emergenza.
-Eseguire periodicamente dei giri d’ispezione.
 
 
- Collocare delle lampade di emergenza, segnalarle con pittogrammi.
 
-Acquistare materiali fotoluminescenti di buona qualità.
-Dotare l’illuminazione da soffitto di una lampada di emergenza autonoma (corpo lampada).
 
-Le porte devono essere sempre aperte nella direzione di fuga senza alcun ausilio (sistema di chiusura con sblocco di emergenza).
-Verificare regolarmente che le porte e le chiusure funzionino correttamente. In caso di anomalie, provvedere alla loro immediata riparazione.
 
-Installare dispositivi di sblocco antipanico per abbandonare le aree di sicurezza. Adottare misure organizzative per prestare soccorso.
-Importante: istruire il personale!
 
Compartimenti
antincendio
Pericoli dovuti alla
propagazione delle fiamme
-Fare in modo che i portoni e le porte tagliafuoco siano sempre correttamente funzionanti e non ostacolati da intralci.
-Eseguire dei controlli periodici, soprattutto dopo interventi architettonici (ad es. lavori elettrici)
Illuminazione di
emergenza, lampade
portatili, lampade per
uscite di emergenza, ecc..
Nessuna illuminazione
in caso di blackout
-Verificare periodicamente il funzionamento di tutte le lampade di emergenza simulando un’interruzione di corrente (minimo 1–2 Lux).
-Contrassegnare i corpi lampada dell’illuminazione di emergenza autonoma.
-Verificare periodicamente la posizione dell’interruttore di programmazione.
-Sostituire le batterie o gli accumulatori difettosi (attenzione alla durata di vita e alla posizione).
Allarme, piano
di emergenza
Arrivo in ritardo
dei soccorritori
-Definire un piano per le situazioni di emergenza in modo da garantire l’intervento immediato delle squadre di soccorso.
-Istruire periodicamente il personale su come dare l’allarme.
-Verificare periodicamente l’impianto di allarme e i numeri di emergenza e aggiornarli, se necessario.
-Stabilire un punto di raccolta e informare il personale.
Materiale di pronto
soccorso
Materiale di pronto soccorso
incompleto o introvabile
-Mettere a disposizione come minimo una cassetta di pronto soccorso con disinfettanti e fasciature.
-Nelle grandi aziende o in quelle in cui ci sono molti piani o più edifici devono essere disponibili adeguate attrezzature in più posti facilmente accessibili.
-Controllo periodico del materiale di pronto soccorso.
-Segnalare con una croce bianca su sfondo verde i punti in cui si trova il materiale di pronto soccorso.
Estintori e idranti
Accesso difficoltoso o
piombatura di sicurezza
mancante (estintori)
-Eseguire periodicamente un controllo visivo e un controllo di legge sul funzionamento delle attrezzature
-Istruire il personale sull’ubicazione e sul corretto utilizzo degli estintori.
Aggressione
Richiesta di denaro a mano
armata o con altri strumenti
di minaccia
-Comportamento in caso di aggressione:
.mantenere la calma
.non reagire o provocare l’aggressore
.assecondare velocemente le richieste dell’aggressore se armato
-Attivare l’allarme silenzioso
-Istruire periodicamente il personale.
-Tenere sempre chiusa a chiave la porte di accesso alla cassaforte.
-Impedire l’accesso alle persone non autorizzate nei locali posteriori (possibilmente adottando misure tecniche).
-A titolo preventivo: non trasportare mai contanti in modo visibile.
-Far portare via il denaro contante da una ditta di trasporto di contanti.
 
RPS
 
 


Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 

Forum PuntoSicuro

QUESITI? proponili nel FORUM

 


Commenta questo articolo!


Nessun commento è ancora presente.
FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: