LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano sulla sicurezza sul lavoro, ambiente, security
Iscriviti alla Newsletter
Ricevi ogni giorno le principali notizie sulla sicurezza nei luoghi di lavoro!
Iscriviti alla newsletter di PuntoSicuro
Accedi alla Banca Dati
Accedi alla Banca Dati di PuntoSicuroNuovo utente?
X
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!

23 febbraio 2016 - Cat: PUBBLIREDAZIONALE
  

Comunicare il rischio in Azienda: ecco cosa funziona


Utilizzare il Coaching come modello comunicativo per facilitare il raggiungimento degli obiettivi di Safety e creare una solida cultura della Sicurezza sul Lavoro. Best practice e formazione specifica.

 
Che la comunicazione sia tra gli elementi principali del successo di un’impresa è cosa ben nota in diverse aree delle organizzazioni: dal marketing alle vendite passando per le risorse umane.
Quando le persone comunicano efficacemente e collaborano verso obiettivi condivisi, si aprono nuove prospettive produttive che hanno effetti positivi su tutta l’azienda.
 
Questo è vero tanto per alcuni settori quanto per l’ambito Sicurezza sul Lavoro.
Si pensi a quanto difficile potrebbe rivelarsi il compito di un responsabile o addetto alla sicurezza se, oltre ai quotidiani adempimenti lavorativi, dovesse costantemente trovare ostruzionismo e una forte opposizione da parte di diversi lavoratori.
Vi riconoscete in questa situazione?
 
Sempre più spesso i professionisti del Safety faticano a far accettare le norme, le procedure e le indicazioni che vengono recepite dal personale o dalla dirigenza come “burocrazia” “rallentamento delle attività” o peggio ancora “inutili seccature”.
E’ fondamentale per chiunque si occupi di Sicurezza sul Lavoro essere in grado di:
-          Creare empatia e comunicare efficacemente
-          Motivare le persone a rispettare le procedure
-          Conoscere come si formano e si cambiano le abitudini nelle persone
-          Guidare, ispirare e stabilire fiducia con i membri delle organizzazioni
 
Secondo una ricerca del Carnegie Institute of Technology infatti:
“L’85 % del Successo è dato dalla tua personalità e abilità di comunicare, negoziare e guidare gli altri. Incredibilmente solo il 15% è legato alle conoscenze tecniche”.
Tra le strategie comunicative più efficaci e orientate a produrre risultati concreti, il Coaching è senza dubbio quella che negli ultimi anni si è affermata ai vertici delle necessità aziendali.
 
Ma in che modo si possono usare i principi del Coaching per migliorare la propria professione e facilitare il raggiungimento di risultati evidenti nel campo della Sicurezza sul Lavoro?
 
Il Safety Coaching è definibile come un processo comunicativo messo in atto da un professionista, al fine di orientare e indirizzare i comportamenti dei lavoratori verso una performance safety efficiente.
Uno degli argomenti più apprezzati tra quelli del corso Safety Coaching competenze base è senza dubbio la motivazione.
Esistono 7 elementi che influenzano la motivazione umana e la guidano.
1.    Necessità di appartenere a un gruppo affiatato e coeso
2.    Creazione e consolidamento di abitudini comportamentali
3.    Accesso alla comunicazione inconscia
4.    Ricompense e punizioni
5.    Istinti primitivi
6.    Desiderio di eccellere
7.    Scherzi e inganni della mente
 
Questi driver possono essere abilmente appresi e utilizzati al fine di indurre comportamenti virtuosi nei lavoratori.
In linea di principio è bene osservare la massima:
“Le persone fanno le cose per i loro motivi e non per i nostri”.
Se vuoi saperne di più sulle strategie comunicative del Safety Coaching e sul corso Safety Coaching competenze base, visita il sito:
 
 
Per iscrizioni o richiesta informazioni:
Outliers – Training Performance Coaching
www.outliers.it/safety-coaching-base/
800 300 496
 
 


Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 

Forum PuntoSicuro

QUESITI? proponili nel FORUM

 


Commenta questo articolo!


Nessun commento è ancora presente.
FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: