960x90 Expotraining settembre
LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano di approfondimento sulla sicurezza sul lavoro
Iscriviti alla Newsletter
Ricevi ogni giorno le principali notizie sulla sicurezza nei luoghi di lavoro!
Iscriviti alla newsletter di PuntoSicuro
Accedi alla Banca Dati
Accedi alla Banca Dati di PuntoSicuro Nuovo utente?
X
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!
social-login social-login social-login

10 maggio 2007 - Cat: Edilizia
  

Gli artigiani edili del Veneto investono in prevenzione


Nell’ambito del rinnovo del contratto integrativo regionale è stato istituito l’Organismo paritetico bilaterale per la sicurezza nelle imprese edili.

Pubblicità
google_ad_client
L'istituzione dell'Organismo paritetico bilaterale per la sicurezza nelle imprese edili è l'elemento qualificante del rinnovo di un Contratto integrativo regionale per i dipendenti delle imprese artigiane edili del Veneto.
"Un rinnovo di contratto che conferma e struttura il già forte impegno delle organizzazioni artigiane e delle Casse Edili Artigiane in materia di prevenzione  e di sicurezza nei cantieri", hanno affermato i due presidenti di Confartigianato e Cna Edilizia del Veneto.
Il contratto riguarda oltre 60mila lavoratori.

Tra le attività dell’organismo vi sono quelli di promuovere, attraverso specifici finanziamenti, lo svolgimento di corsi di prevenzione, di attuare un sistema di incentivazione alle imprese per l'adeguamento degli ambienti di lavoro alle normative in materia e di promuovere in via sperimentale un monitoraggio delle condizioni di sicurezza dei cantieri (i cosiddetti check di cantiere). L'Ente parte con una dotazione finanziaria di oltre un milione di euro, risorse già accantonate nel sistema delle casse edili artigiane venete (CEAV e CEVA).


"Nell'ambito di una crescita della cultura della sicurezza, considerata come elemento imprescindibile della realtà lavorativa, -spiega Paolo Fagherazzi, presidente di Confartigianato - abbiamo ritenuto prioritario puntare sull'attivazione di un organismo che avrà lo scopo di affrontare i problemi inerenti alla prevenzione infortuni nelle imprese artigiane edili e nelle piccole imprese aderenti al sistema delle Casse edili artigiane del Veneto con l'obiettivo di migliorare la sicurezza nell'ambiente di lavoro. Inoltre l'Organismo terrà conto delle segnalazioni in materia di sicurezza che proverranno dai lavoratori e dalle imprese, anche attraverso le strutture territoriali rispettivamente delle Organizzazioni sindacali dei lavoratori e delle  associazioni artigiane".

"E' una piccola rivoluzione, per ora unica in Italia!”, ha affermato  Roberto Strumendo, presidente di Cna Edilizia del Veneto.

Creative Commons License
Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 


Commenta questo articolo!


Nessun commento è ancora presente.
FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: