LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano sulla sicurezza sul lavoro, ambiente, security
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!

23 maggio 2012 - Cat: Agricoltura
  

Manuale delle procedure di sicurezza: i trattori elettrici


Le procedure di sicurezza relative alle attività lavorative all’interno di un’azienda ospedaliera. La movimentazione dei carichi mediante mezzi di traino. Le principali regole e norme comportamentali nell’uso dei trattori elettrici.

Pubblicità
 
Bologna, 23 Mag – L' Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico S. Orsola-Malpighi ha pubblicato in questi anni diversi documenti e schede tecniche in grado di favorire l'individuazione dei fattori di rischio e le buone prassi in diverse attività lavorative correlate all'impiego di specifiche attrezzature, impianti e sostanze o all'esposizione ad agenti fisici e biologici,...
 
Nel corso del 2011 è stato aggiornato e approvato il “ Manuale delle procedure di sicurezza”, un manuale elaborato dal Servizio di Prevenzione e Protezione dell’Azienda Ospedaliera a seguito della valutazione dei rischi.

Pubblicità
Emergenza e piano di evacuazione - Versione OspedaleVideocorsi in DVD - Emergenza e piano di evacuazione - Versione Ospedale
Per la formazione dei lavoratori e degli addetti alla squadra di emergenza

Ricordiamo che una procedura - come indicato nell’introduzione del documento – rappresenta “l'insieme di norme da seguire agendo per un determinato fine; il suo scopo è far sì che, in un determinato ambito, tutti gli operatori agiscano in modo uniforme e formalmente riconosciuto”. Sono dunque irrinunciabili strumenti aziendali per la gestione e lo sviluppo controllato delle attività, “in quanto rispondono ad esigenze di chiarezza e trasparenza”.
In particolare le “procedure di sicurezza” possono essere definite come gli strumenti che formalizzano la successione di un insieme di azioni fisiche e/o mentali e/o verbali attraverso le quali raggiungere un obiettivo di tutela della salute e di prevenzione dei rischi.
E nell’organizzazione del sistema di gestione della prevenzione dell’Azienda “ci si avvale delle procedure di sicurezza per identificare con esattezza le modalità con cui devono essere portate a termine le operazioni, considerate pericolose, al fine di prevenire i rischi legati alla sicurezza”.
 
Gli argomenti trattati da questo manuale sono relativi alla manipolazione di sostanze e preparati pericolosi, alla movimentazione manuale di carichi e/o malati e all’uso di particolari attrezzature di lavoro.
 
Ci soffermiamo oggi in particolare sulle procedure di sicurezza relative alle operazioni di movimentazione mediante mezzi di traino – i trattori elettrici o trattorini - utilizzati all’interno dell’Azienda Ospedaliera e in tutti i luoghi di pertinenza dell’Azienda per la movimentazione delle merci, generalmente trainando rimorchi aggiuntivi (chiamati anche carrelli).
 
Dopo aver presentato i rischi del trattore elettrico, il manuale riporta le principali regole e norme comportamentali per l’utilizzo di queste attrezzature.
 
Queste alcune regole generali:
- “contrassegnare i trattori con una targa ben visibile, posta sul retro, con caratteri di altezza cm 20 e larghezza cm 15, ben visibile ad una distanza di metri 5. la simbologia da utilizzare deve essere concordata con il settore tutela ambientale;
- verificare sempre lo stato di conservazione della cintura di sicurezza;
- il personale che conduce i trattori dovrà essere dotato di patente di guida;
- i trattori elettrici devono essere guidati e manovrati esclusivamente da persone autorizzate;
- il trattore deve essere azionato solo dal posto di guida;  
- i guidatori non devono apportare ai trattori alcuna aggiunta o modifica che possa influire sul loro funzionamento a meno che non ne abbiano ricevuto l’autorizzazione;
- i guidatori devono impiegare il trattore esclusivamente per gli scopi per cui è destinato;
- è vietato trasportare passeggeri sul trattore a meno che non sia espressamente previsto dal produttore nella documentazione a corredo;
- i trattori non devono trainare mai un numero di carrelli superiore a quello indicato dalle istruzioni del costruttore, o del costruttore dei rimorchi (carrelli); in assenza di tale informazioni non trainare più di due rimorchi;
- i guidatori devono attenersi scrupolosamente alle disposizioni impartite dal preposto, non compiendo di propria iniziativa operazioni o manovre non di propria competenza;
- i guidatori, durante le manovre devono impiegare i dispositivi di sicurezza previsti ( cintura di sicurezza, calzature di protezione, ecc.);
- i guidatori devono segnalare al proprio preposto le deficienze dei dispositivi e dei mezzi di sicurezza e di protezione e le situazioni di pericolo di cui vengono a conoscenza;
- i guidatori non devono rimuovere o modificare i dispositivi e gli altri mezzi di sicurezza e di protezione;
- i guidatori devono rispettare sempre la segnaletica, la cartellonistica e ogni altro dispositivo ricordando sempre che la segnaletica svolge un ruolo fondamentale ai fini della sicurezza;
- non usare il trattore per usi diversi da quello cui è destinato (non spingere, urtare, trascinare ecc.);
- non parcheggiare il carrello nelle zone non consentite”.
 
Inoltre all’inizio del turno di lavoro il trattorista “deve controllare il regolare funzionamento del freno, del freno a mano, dei comandi, dell’avvisatore acustico e delle luci”.
Riguardo poi alla manovra di aggancio e di sgancio tra carrelli e/o tra carrello e trattore, questa “deve avvenire esclusivamente in zona pianeggiante, previo azionamento del freno di stazionamento del trattore”.
 
Alcuneregole relative alla circolazione:
- “prima di iniziare il trasporto assicurarsi che il carico non sporga dal carrello agganciato al trattore e attaccare le catenelle di contenimento dei materiali;
- prestare particolare attenzione nei tratti in curva, procedere a velocità adeguatamente ridotta e con la massima cautela;
- prestare particolare attenzione nei tratti in discesa, procedere a velocità adeguatamente ridotta e con la massima cautela;
- durante la guida del mezzo il trattorista deve tenere una posizione corretta non facendo sporgere parti del corpo fuori dalla sagoma del mezzo stesso;
- adoperare il segnalatore acustico quando é necessario;
-  la velocità di marcia deve essere rigorosamente contenuta e mantenuta a passo d’uomo”;
- dare la precedenza ai pedoni e usare i dispositivi di segnalazione come clacson e faro di lavoro;
- evitare partenze, frenate e sterzate brusche;
- tenere lo sguardo sempre rivolto nella direzione di marcia;
- sorpassare sempre a sinistra;
- non viaggiare affiancati ad altri trattori;
- valutare sempre il fondo stradale che si percorre (bagnato, scivoloso, sconnesso, ecc;) e diminuire la velocità del mezzo;
- parcheggiare il trattore in modo da non ostruire passaggi e/o rendere inutilizzabili gli equipaggiamenti di emergenza (es. estintori e idranti);
- quando si ferma il trattore, inserire il freno a mano ed estrarre la chiave”.
 
Rimandandovi alla lettura del documento riguardo alle regole per la circolazione in particolari zone, al mantenimento in buono stato dell’attrezzatura e all’uso di DPI, vediamo le indicazioni per la gestione del carico:
- “devono essere trasportati carichi non eccedenti la portata del trattore;
- devono essere trasportati solo carichi stabili e disposti con tutta sicurezza. Particolare attenzione va posta soprattutto per carichi lunghi e/o alti;
- è vietata l’utilizzazione simultanea di due trattori per trasportati carichi molto ingombranti;
- non depositare materiali in corrispondenza di passaggi, vetrate, apparecchiature elettriche, mezzi antincendio e uscite di emergenza;
- massima attenzione va posta nel trasporto di materiali pericolosi e/o infiammabili”.
 
Concludiamo ricordando che dopo l’uso il trattore elettrico va riportato nelle apposite aree designate (con asportazione della chiave dal cruscotto, azionamento del freno di stazionamento, ...).
È importante segnalare eventuali difetti anche minimi al preposto. Inoltre se un eventuale guasto può rendere rischioso l’uso del trattore, “questo deve essere fermato in una posizione di sicurezza, applicando allo stesso una segnaletica ben chiara e precisa, che ne indica l’inutilizzo”. E “non deve essere effettuata personalmente nessuna riparazione, la manutenzione è compito esclusivo di personale qualificato e autorizzato”.
 
L’indice del manuale:
 
AREA PROCEDURE ATTREZZATURE, MACCHINE, IMPIANTI E DISPOSITIVI 
SIC04 - Utilizzo trattori elettrici
R01-SIC04 - Verifiche minime di sicurezza per trattori elettrici
SIC05 - Utilizzo bombole per gas medicinali e tecnici
SIC06 - Utilizzo transpallet elettrici e manuali (carrelli elevatori con timone)
SIC08 - Utilizzo carrelli elevatori con operatore a bordo
R01-SIC08 - Verifiche minime di sicurezza per carrelli elevatori
SIC11 - Postazione di lavoro al videoterminale
SIC13 - Prevenzione dal rischio elettrico
SIC19 - Carica delle batterie
R01-SIC19 - Verifiche minime di sicurezza per la carica delle batterie
 
AREA PROCEDURE MOVIMENTAZIONE MANUALE CARICHI E PAZIENTI
SIC02 - Movimentazione manuale dei carichi
SIC09 - Movimentazione del paziente per mezzo degli ausili manuali
 
AREA PROCEDURE AGENTI BIOLOGICI
SIC20 - Esposizione ad agenti biologici
 
AREA PROCEDURE AGENTI CHIMICI E CANCEROGENI
SIC01 - Utilizzo azoto liquido
SIC03 - Utilizzo sostanze e preparati infiammabili
SIC07 - Sversamento di sostanze e preparati pericolosi
SIC10 - Utilizzo ossigeno liquido
SIC12 - Preparazione farmaci antiblastici presso le U.O. assistenziali dotate di locali attrezzati e dedicati
SIC15 - Somministrazione farmaci antiblastici
SIC16 - Utilizzo sostanze e preparati pericolosi
SIC17 - Sversamento e contaminazioni ambientali da farmaci antiblastici
SIC18 - Trasporto farmaci antiblastici
SIC21 - Contaminazione da antiblastici di cute e mucose
SIC22 - Eliminazione e trattamento escreti in pazienti sottoposti a farmaci antiblastici
 
AREA PROCEDURE VARIE
SIC14 - Affissione e aggiornamento della segnaletica di sicurezza e delle istruzioni di sicurezza 
 
 
 
Azienda Ospedaliero-Universitaria di Bologna Policlinico S. Orsola-Malpighi, “ Manuale delle procedure di sicurezza”, a cura del Servizio di Prevenzione e Protezione, documento aggiornato e approvato il 15 giugno 2011 (formato PDF, 1.44 MB).
 
 
 RTM


Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Forum PuntoSicuro

QUESITI? proponili nel FORUM

 


Commenta questo articolo!


Nessun commento è ancora presente.
FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: