LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano di approfondimento sulla sicurezza sul lavoro
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!
social-login social-login social-login

14 settembre 2009 - Cat: Lavoratori
  

Ministero del Lavoro: newsletter "Sicurezza e prevenzione"


In rete il primo numero della newsletter del Ministero del Lavoro dedicata al tema della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro: il correttivo del testo unico, prevenzione degli infortuni, tutela dei giovani lavoratori e pari opportunità.

google_ad_client
 
Il Ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali ha pubblicato - nella sezione dedicata alla sicurezza sul lavoro - il primo numero della newsletter "Sicurezza e Prevenzione", dedicata al tema della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.
Realizzata in collaborazione con il Sole 24 Ore, la newsletter propone notizie, approfondimenti e interviste allo scopo di informare i cittadini rispetto alle novità legislative e alle iniziative del Ministero, fornire dati e analisi sul fenomeno infortunistico, diffondere la cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro presso le aziende, i lavoratori, le associazioni di categoria e tutti gli operatori del mondo del lavoro.
 
 
---- L'articolo continua dopo la pubblicità ----



Il sommario del numero:
- Sicurezza nel lavoro, le persone innanzitutto.
Saluto del Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Maurizio Sacconi.
 
- Arriva il correttivo al Testo Unico sulla sicurezza nei luoghi di lavoro
Un complesso di regole in linea con i migliori esempi internazionali. Condivise con le parti sociali e rispettose della delega concessa dal Parlamento.
 
- Meno infortuni, ma avanti tutta con la prevenzione
Gli incidenti sul lavoro costano oltre il 3% del Pil. Il Ministero lavora su tre assi: regole, vigilanza e azioni.
 
- Tutela più forte per i giovani
I lavoratori tra 18 e 24 anni sono quelli più a rischio. Il Testo unico offre loro una protezione rafforzata e mette salute e sicurezza al centro di campagne di formazione e comunicazione.
 
- Pari opportunità e difese speciali
L’organizzazione del lavoro deve tener conto del diverso tipo d’impiego richiesto alle donne e agli uomini, dei relativi rischi e della necessità di assicurare un contesto privo di discriminazioni.
 
La newsletter (formato PDF, 398 kB).
 

Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 


Commenta questo articolo!


Nessun commento è ancora presente.
FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: