LOGO - Home Page
Dal 1999 il quotidiano di approfondimento sulla sicurezza sul lavoro
Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!
social-login social-login social-login

  

Le ombre dell'informatica: truffa miliardaria a Udine


Frode informatica nella filiale udinese del Banco Ambrosiano Veneto

Il computer nel mondo bancario ha da sempre rappresentato gioie e dolori. Pur essendo un meraviglioso e versatile strumento di lavoro, un semplice terminale può aprire grandi crepe nel sistema di sicurezza interno.

E', infatti, bastata la mano di un dipendente del Banco Ambrosiano Veneto su una semplice tastiera per aprire, nelle finanze della banca, un buco che si aggira tra i 50 e gli 80 miliardi. Attraverso la rete telematica il dipendente, con il probabile contributo di funzionari di istituti di credito dell'ex-Yugoslavia, avrebbe aperto a nome di un imprenditore indiano conti correnti e predisposto finanziamenti che erano coperti da titoli privi di alcuna reale copertura.

Nei confronti del dipendente la procura ha ipotizzato i reati di frode informatica, truffa e appropriazione indebita.
 


Commenta questo articolo!


Nessun commento è ancora presente.
FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome:
(obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: