Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

La gestione del rischio di esplosione da polveri nei processi di pulitura di manufatti in alluminio

09/11/2006: Disponibile on line una pubblicazione curata dall’ASL 14 del Piemonte e dal Politecnico di Torino.
Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
Pubblicità

Il settore della lavorazione del casalingo, in particolare nelle attività di finitura di manufatti in alluminio e sue leghe, è esposto a pericoli di esplosione, in quanto molte delle lavorazioni effettuate (molatura, spazzolatura ...) producono polveri di alluminio con caratteristiche di reattività all’aria molto elevata.

A seguito di gravi incidenti sul lavoro verificatisi negli anni scorsi in questo settore, lo SPreSAL dell’ASL 14 del Piemonte ha promosso uno studio volto a consentire l’adozione di misure di prevenzione e protezione efficaci a tutela dei lavoratori e dell’ambiente circostante.

Il lavoro, svolto in collaborazione con il Politecnico di Torino, ha portato alla pubblicazione nel 2001 di un primo manuale (“Esplosioni da polveri nei processi di finitura di manufatti in alluminio e leghe nella realtà produttiva ASL 14 VCO: analisi del rischio e misure di prevenzione”).

I contenuti proposti sono stati recentemente integrati da una nuova pubblicazione dal titolo “Esplosioni da polveri nei processi di finitura di manufatti in alluminio e leghe nella realtà produttiva ASL 14 VCO: metodi di progettazione e gestione degli impianti ai fini della conservazione e del miglioramento della sicurezza nel tempo”.

Con la pubblicazione del 2001 si è attuato un “primo e significativo intervento di prevenzione consistente nel mettere a disposizione degli attori della prevenzione aziendale un utile manuale di consultazione partendo da una puntuale analisi della realtà produttiva. [….]”

Con questa seconda pubblicazione i curatori hanno voluto “concentrare l’attenzione sull’obiettivo ultimo di creare un modello di valutazione del rischio tramite l’identificazione dei criteri di verifica e conservazione del livello di sicurezza raggiunto per le aziende in cui si effettuano lavorazioni che generano polveri di alluminio e leghe.”

 

 

 

 

 

Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento




Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!