Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

REACH e CLP: utilizzo in sicurezza dei prodotti e prossime scadenze

REACH e CLP: utilizzo in sicurezza dei prodotti e prossime scadenze
Redazione
 Redazione
 Rischio chimico
29/05/2013: Un Piano Mirato di Prevenzione dedicato all’utilizzo in sicurezza dei prodotti chimici secondo i regolamenti REACH e CLP. I documenti in rete per gli utilizzatori a valle, le schede di autovalutazione e la scadenza del 31 maggio 2013.
Monza, 29 Mag – In relazione ai cambiamenti conseguenti ai vari regolamenti europei sulla gestione e informazione delle sostanze chimiche e alle numerose scadenze correlate, PuntoSicuro cerca di fornire utili informazioni alle aziende.
Ad esempio ricordando la prossima scadenza imminente relativa al regolamento REACH (il  Regolamento 1907/2006), quella del 31 maggio 2013.
 
Il  31 maggio 2013 infatti scadono i termini per la registrazione delle sostanze soggette a un regime transitorio fabbricate o importate nell’Unione Europea, in quantitativi pari o superiori a 100 tonnellate all'anno per fabbricante o importatore, almeno una volta dopo il 1° giugno 2007. Ricordiamo che la scadenza successiva, per le sostanze importate o prodotte in quantità superiori a 1 ton/anno, sarà il 1° giugno 2018.
 
Un compito del nostro giornale è tuttavia anche quello di informare i lettori sui nuovi piani di prevenzione e sui documenti disponibili in rete.

Pubblicità
MegaItaliaMedia

A questo proposito l’ Azienda sanitaria locale della provincia di Monza e Brianza ha elaborato il Piano Mirato di Prevenzione "Utilizzo in sicurezza dei prodotti chimici secondo i regolamenti REACH e CLP".
Piano Mirato che si rivolge ad un campione di aziende formulatrici di vernici, detergenti, colle ed altri prodotti chimici, presenti sul territorio della provincia di Monza e Brianza e che prevede:
- attività di informazione alle aziende;
- distribuzione di una scheda di autovalutazione, utilizzabile dall’azienda per verificare lo stato di partenza della propria realtà;
- campagna di vigilanza, orientata in prima istanza alle aziende che non abbiano provveduto all’invio all’ASL della scheda di autovalutazione e successivamente ad un campione delle altre aziende.
 
Il Piano Mirato ricorda che se i nuovi regolamenti europei REACH e CLP hanno la finalità di tutelare dal rischio chimico lavoratori, consumatori e ambiente, negli adempimenti previsti da tali regolamenti sono coinvolti non solo produttori ed importatori, ma anche utilizzatori di sostanze chimiche.
 
E per favorire il rispetto di tali adempimenti il Comitato di Coordinamento Provinciale Monza e Brianza ha istituito un gruppo di lavoro, che ha elaborato un documento contenente i principali obblighi previsti per le imprese del settore manifatturiero, che utilizzano prodotti chimici nello svolgimento delle proprie attività industriali o artigianali e che sono definiti dal regolamento REACH come " utilizzatori a valle".
 
In relazione al Piano Mirato di Prevenzione si è inoltre tenuto a Monza il 10 dicembre 2012 un incontro pubblico organizzato dall’ASL di Monza e Brianza, in collaborazione con Confindustria Monza, APA Confartigianato, Unità operativa di Medicina del Lavoro dell’Azienda Ospedaliera di Vimercate, Cisl Monza e Inail Monza.
L’incontro ha rappresentato una opportunità di aggiornamento su una tematica importante ed attuale quale l’utilizzo in sicurezza dei prodotti chimici secondo i nuovi regolamenti REACH e CLP.
 
Segnaliamo per concludere alcuni documenti presenti sul sito dell’ASL relativi al Piano Mirato di Prevenzione:
 
 
 
Le relazioni tenute al seminario del 10 dicembre 2012:
 
 
 
RTM
 
 
 
Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Utente:
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!