Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Trasporto gas: quanto è importante il fattore umano nella sicurezza?

Trasporto gas: quanto è importante il fattore umano nella sicurezza?
23/01/2020: Indicazioni sull’importanza del fattore umano nella sicurezza del trasporto. Il fattore umano, la cultura della sicurezza interdipendente, i sistemi di gestione nel trasporto e il processo di selezione degli autisti.
Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
 

Pavia, 23 Gen – Il trasporto di gas industriali e medicinali, generalmente effettuato da personale delle imprese di gas o di aziende di trasporto, è sicuramente un’attività a rischio elevato.

In questo senso “per garantire la sicurezza delle attività di trasporto è fondamentale la gestione del fattore umano e più specificatamente:

  • un sistema di gestione della sicurezza efficace e basato sull’interdipendenza tra gli attori coinvolti (autisti, aziende di trasporto, aziende produttrici di gas)
  • che gli autisti siano adeguatamente selezionati e formati nel processo di assunzione”.

 

A fornire queste informazioni con l’obiettivo di migliorare la prevenzione nel trasporto di gas industriali e medicinali è un intervento al workshop, organizzato dal Comitato Trasporti di Assogastecnici, “Il fattore umano nella sicurezza stradale” che si è tenuto il 4 luglio 2019 presso l’Automotive Safety Centre nella provincia di Pavia.

 

L’articolo si sofferma sui seguenti argomenti su:


Pubblicità
Modello DVR
Trasporto Cisterne - Categoria: Ambienti Confinati

 

Il fattore umano e la sicurezza interdipendente

Ci soffermiamo in particolare sulle slide relative all’intervento “Il fattore umano nella sicurezza del trasporto” (Assogastecnici) che ricordano come il fattore umano sia l’elemento chiave della sicurezza.

 

In particolare, si indica che il fattore umano “è la prima causa: 

  • “della maggioranza degli incidenti determinati dal comportamento non sicuro degli individui; 
  • della presenza di contesti non sicuri determinata o comunque tollerata dagli individui”. 

 

Le slide ricordano poi le “Safety Information Human Factor” dell’european Industrial Gases Association ( EIGA): “il Safety Advisory Council (SAC) di EIGA ha dedicato una serie speciale delle proprie ‘Safety Information’ agli ‘Human Factors’ (SI/HF)” e le SI/HF “sono disponibili a chiunque visiti il sito EIGA”.

Si segnala poi che ci sono anche “le Safety Info sul trasporto (SI/TS) e la n.07 del 2016 è stata dedicata allo Human Factor nelle attività di trasporto”: “l’utilizzo sistematico delle informazioni contenute nelle SI/HF e SI/TS è di fondamentale importanza per la prevenzione degli incidenti”. 

 

Si indica che i fattori umani hanno a che fare con:

  • “Chi svolge l‘attività (Persone)
  • Dove si svolge l‘attività (Organizzazione)
  • Cosa si richiede di fare (Attività).

Tutti questi aspetti “interagiscono (quasi) sempre tra di loro”.

Riprendiamo dal documento una rappresentazione di questa interazione: 

 

 

L’intervento si sofferma poi sull’importanza di una cultura della sicurezza «interdipendente».

Infatti ci possono essere diverse tipologie di comportamento in materia di sicurezza:

  • Dipendente:
    • Rispetto passivo delle regole
    • Rispetto dei soli requisiti di legge
  • Indipendente:
    • Auto-responsabilità
    • Best practices 
  • Interdipendente:
    • Responsabilizzazione anche per gli altri
    • Discussioni aperte sulla sicurezza
    • Lavoro in comune, manager e dipendenti, sui temi della sicurezza

 

I sistemi di gestione della sicurezza nel trasporto

L’intervento riporta poi gli elementi necessari di un sistema di gestione della sicurezza.

 

Questi i principi generali:

  • “Fornire le risorse necessarie
  • Fornire Linee Guida e Regole
  • Promuovere l’interdipendenza
  • Partecipazione attiva alle iniziative
  • Riconoscere i casi di buona performance
  • Istituire processi a supporto della sostenibilità e del miglioramento continuo”.

 

Questi alcuni elementi correlati alla specificità del trasporto:

  • “Sviluppare strumenti per la diffusione delle informazioni sulla frequenza degli incidenti nel trasporto
  • Focus sulle cause legate al fattore umano
  • Condivisione dei pericoli e relativi strumenti per controllarli
  • Comunicazione aperta dei pericoli e rischi
  • Team building
  • Programmi di auto-osservazione
  • Risk assessment dinamico”.

 

Il miglioramento del processo di selezione degli autisti

Le slide si soffermano, in conclusione, anche sul comportamento degli autisti e sul processo di selezione.

 

Come agire sul comportamento degli autisti?

Questi alcuni step importanti per migliorare la sicurezza comportamentale dell’autista:

  • Step 1: Comunicazione e consapevolezza, Identificazione dei pericoli, Problem solving
  • Step 2: Team building/ Autoosservazione
  • Step 3: Risk assessment dinamico

 

Riguardo, infine, al processo di selezione degli autisti vengono poste diverse domande:

  • Esistono processi e criteri per la selezione e il reclutamento degli autisti?
  • Il processo di reclutamento assicura la selezione di personale competente?
  • Il processo di reclutamento assicura che gli autisti abbiano le abilità e l’attitudine necessarie per acquisire le competenze richieste?
  • Le competenze dell’autista sono accertate per ogni fase del processo?
  • Il processo è in grado di identificare autisti a rischio o senza le adeguate competenze?

 

 

RTM

 

 

 

Scarica il documento da cui è tratto l'articolo:

Il fattore umano nella sicurezza del trasporto”, a cura di Assogastecnici, intervento al workshop “Il fattore umano nella sicurezza stradale” (formato PDF, 1.19 MB).



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento




Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Utente:
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!