Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Pubbliredazionale - Ti capita di spedire merci o rifiuti pericolosi?

09/07/2013: Merci e rifiuti pericolosi trasportati devono essere correttamente classificati secondo le modifiche apportate dall'ADR 2013! Il 16 luglio a Trento si terrà il corso CLASSIFICAZIONE ADR DELLE MERCI PERICOLOSE E DEI RIFIUTI OBBLIGATORIA DAL 1° LUGLIO 2013.
 
Martedì 16 luglio 2013, dalle 08:30 alle 12:30 e dalle 14:00 alle 18:00, è in programma presso la sede Necsi di Trento, in viale Verona 190/4, il corso " LA CLASSIFICAZIONE ADR DELLE MERCI PERICOLOSE E DEI RIFIUTI OBBLIGATORIA DAL 1° LUGLIO 2013" rivolto agli operatori e ai consulenti delle aziende che effettuano, anche occasionalmente, la spedizione di merci o rifiuti pericolosi.
 
Il corso di formazione, in collaborazione con ARS, fornisce CREDITI validi per l'AGGIORNAMENTO di RSPP e ASPP.

OBIETTIVI
 
A partire dal 1° gennaio 2013 è entrato in vigore il nuovo ADR. Dal 1° luglio è necessario, quindi che le merci trasportate, (sostanze, miscele, oggetti, rifiuti), siano correttamente classificate secondo le modifiche apportate dall'ADR 2013.
 
Il corso, oltre a descrivere dettagliatamente i criteri e le modalità di classificazione delle merci pericolose da trasportare, fornirà numerosi esempi pratici di classificazione per le sostanze, le miscele ed i rifiuti.
 
Una parte del corso interesserà proprio la classificazione dei rifiuti pericolosi: verranno confrontati tra loro i diversi criteri utilizzati dalla normativa sui rifiuti e dalla normativa che regola il trasporto su strada delle merci pericolose, evidenziandone i punti di contatto e le differenze sostanziali.
 
I partecipanti potranno richiedere di definire la classificazione di specifiche merci/rifiuti pericolosi di loro interesse. Tra i "casi di studio" proposti vi sarà anche quello (molto attuale) della classificazione ADR degli oli esausti.
 
DOCENTE
 
Angelo Fiordi - Consulente DGSA - Membro del Gruppo di Lavoro presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per la classificazione delle merci pericolose - Responsabile e coordinatore dell’area "Gestione chemicals" di "ITER TECH S.r.l".
 
CONTENUTI
 
Definizione di rifiuto pericoloso ai sensi del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i
Caratteristiche di pericolo (frasi H) e limiti di pericolosità previsti dalla normativa
Il quadro di riferimento: raccomandazioni ONU, ADR, GHS, Direttive e Regolamento CLP
Le classi di pericolosità: le 13 classi ADR, individuazione delle merci e principi generali di classificazione
Classificazione delle sostanze: criteri e metodi di classificazione per ognuna delle 13 classi - esempi
Classificazione delle miscele (compresi i rifiuti): criteri e metodi di classificazione - esempi
Confronto fra classificazione dei rifiuti pericolosi ai sensi della normativa sui rifiuti e classificazione dei rifiuti pericolosi ai sensi dell’ADR
Metodologia pratica per la classificazione ADR dei rifiuti pericolosi
Il caso degli inquinanti ambientali: approfondimento e criticità
Il caso degli imballaggi contaminati da sostanze pericolose
L’accordo multilaterale M222: deroghe al trasporto dei rifiuti in regime ADR
Analisi dei casi pratici proposti dai partecipanti e discussione
 
 
 
CON LA QUOTA DI ISCRIZIONE AVRAI IN OMAGGIO DUE VOLUMI
 
 
LA CLASSIFICAZIONE DEI RIFIUTI PERICOLOSI - 2a edizione La classificazione dei rifiuti pericolosi ai sensi della normativa sui rifiuti e della normativa sul trasporto stradale di merci pericolose (Sergio Benassai - Angelo Fiordi).
 
ADR 2013 (con CD-ROM) La traduzione italiana dell'ADR 2013, curata dall'Ing. Sergio Benassai, già Presidente del Comitato Esperti ONU sulle Merci Pericolose.
 
 
 
 

Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Utente:
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!