Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Napo in: Proteggi la tua pelle!

Redazione
 Redazione
 Ristorazione e turismo
02/02/2011: Tutto quello che avreste sempre voluto sapere sulla... vostra pelle: il film di Napo che mira ad aumentare la consapevolezza dei pericoli derivanti dall'esposizione della pelle a sostanze pericolose.
Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Il rischio di sviluppare un problema alla pelle di natura professionale è ancora troppo spesso sottovalutato nel mondo del lavoro. Le malattie della pelle sono circa un terzo di tutte le malattie professionali registrate in Svizzera. In molti casi esse determinano assenze dal lavoro nonché forti dolori e notevoli limitazioni alle persone colpite. Il film "Proteggi la tua pelle" mostra in modo spiritoso come prevenire questi problemi
 
Il film mira ad aumentare la consapevolezza dei pericoli derivanti dall'esposizione della pelle a sostanze pericolose (spesso non troppo – eliminate- ), delle situazioni in cui si verificano le esposizioni e di cosa può essere fatto per evitare i rischi, proteggere la pelle e prevenire i danni. Napo scopre molte situazioni diverse in cui l'esposizione alle sostanze chimiche e ad altre sostanze può causare problemi alla pelle. Impara a conoscere le sorprendenti qualità della pelle e si spoglia “nudo” per mostrare al pubblico: ‘Tutto quello che avreste sempre voluto sapere sulla... vostra pelle’. Napo individua le misure per prevenire i problemi della pelle e dà tre messaggi importanti: Previeni – Proteggi – Controlla.


Pubblicità
MegaItaliaMedia

Per evitare o minimizzare il contatto con le sostanze chimiche si può ricorrere a: l'eliminazione – ad es. utilizzando un trattamento meccanico anziché chimico-, la sostituzione – impiegando un’altra sostanza più sicura-, l’adozione di una distanza di sicurezza dalla sostanza – ad es. usando strumenti per evitare il contatto diretto-. I dispositivi di protezione personale ( DPI) sono concepiti per proteggere la pelle, ma Napo ci ricorda l'importanza di prendere cura della pelle anche attraverso la pronta rimozione delle sostanze contaminanti, un appropriato lavaggio della pelle, un’accurata asciugatura e l’applicazione regolare di creme per la pelle.
 
Infine, Napo consiglia di effettuare controlli regolari per individuare tempestivamente gli eventuali segnali di problemi della pelle.
 
Ecco gli esempi di situazioni lavorative pericolose per la pelle presenti nel film:
 
Situazione 1: lavori da muratore e piastrellista
Nel settore principale dell’edilizia, gli eczemi da cemento sono, insieme alle allergie, la malattia professionale della pelle più frequente. Gli eczemi insorgono a causa del contatto regolare della pelle con cemento fresco e possono causare profonde e dolorose lesioni. Un’efficace protezione contro questo tipo di eczemi è data dall’uso di guanti di stoffa rivestiti di materiale sintetico e dall’applicazione di creme protettive che non lasciano passare la sporcizia.
 
Situazione 2: nella cucina di un ristorante
Il frequente contatto con i detersivi irrita la pelle e ne altera l’equilibrio idrolipidico. D’altronde, lavorare
per lungo tempo indossando guanti impermeabili spesso non è una buona soluzione, in quanto le mani rimangono umide e possono così essere danneggiate. Napo ha trovato una soluzione intelligente: con l’impiego di una lavastoviglie e utilizzando un procedimento diverso è possibile evitare che la pelle venga a contatto con i detersivi.
 
Situazione 3: travaso di sostanze chimiche
Spesso è possibile evitare di travasare sostanze liquide utilizzando contenitori delle giuste dimensioni
nonché componenti e materiali di consumo adeguati. I professionisti non devono ricorrere a soluzioni improvvisate.
 
Situazione 4: rimozione della ruggine da parti metalliche
Le sostanze chimiche pericolose sono contrassegnate sulla confezione da appositi pittogrammi e avvertenze di pericolo. Il consiglio di Napo è di provare un prodotto alternativo: spesso esistono prodotti meno nocivi in grado di assolvere alla stessa funzione.
 
Situazione 5: cambio di lubrificante
Se non è possibile evitare il contatto diretto con la pelle, bisogna assolutamente avere molta cura delle mani:
• detergete le mani utilizzando un sapone neutro;
• proteggetele applicando una crema apposita prima di iniziare il lavoro;
• curate la pelle dopo il lavoro applicando una crema specifica.
 
Situazione 6: lavori di pulizia
A volte è veramente molto semplice: basta pensare a quali strumenti si possono usare. Così non c’è bisogno di preoccuparsi dei possibili effetti indesiderati dovuti all’utilizzo di un certo detergente.
 
Situazione 7: nel salone del parrucchiere
Il contatto continuo con prodotti liquidi molto aggressivi espone le persone che lavorano nei saloni di parrucchieri a un rischio elevato di sviluppare una malattia della pelle o un’allergia cutanea.
Per questa ragione devono curare con particolare attenzione le proprie mani. Quando si utilizzano sostanze per colorare i capelli o per fare la permanente, è assolutamente necessario indossare sottili guanti protettivi monouso in vinile o nitrile.
 
 
 
 


Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento




Ad oggi, nessun commento è ancora stato inserito.
Utente:
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!