Per visualizzare questo banner pubblicitario è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
To view this ad banner you must accept cookies of the 'Marketing' category

Le immagini dell’insicurezza

Brescia, 23 Feb - Va bene non voler essere troppo pignoli, va bene non voler spaccare il capello in quattro, ma le immagini dell’insicurezza di SICURELLO.no di oggi rappresentano il “limite” della mancata programmazione o forse della totale improvvisazione.

 

Pubblicità
MegaItaliaMedia
 

Premessa: Un carico di materiali ferrosi,

 

Realtà: un cassone probabilmente troppo corto (o forse era il carico troppo lungo),

 

Conseguenza naturale: un carico sporgente.

 

Risultato finale: una soluzione che soluzione non è.

 

Et voilà, il gilet ad alta visibilità diventa a tutti gli effetti lo “specifico” pannello segnalatore.

 

 

 

 

 

Ricordiamo che il codice della strada prevede che qualsiasi sporgenza anche minima, deve essere segnalata mediante un pannello quadrangolare retroriflettente a strisce bianche e rosse di dimensioni di almeno 50 cm x 50 cm, posto all’estremità della sporgenza.

 

Codice della strada

Art. 164

6. Se il carico sporge oltre la sagoma propria del veicolo, devono essere adottate tutte le cautele idonee ad evitare pericolo agli altri utenti della strada. In ogni caso la sporgenza longitudinale deve essere segnalata mediante uno o due speciali pannelli quadrangolari, rivestiti di materiale retroriflettente, posti alle estremità della sporgenza in modo da risultare costantemente normali all'asse del veicolo.

 

7. Nel regolamento sono stabilite le caratteristiche e le modalità di approvazione dei pannelli. Il pannello deve essere conforme al modello approvato e riportare gli estremi dell'approvazione.

 

Forse la “marcatura” ISO EN 471 (vista la tipologia presumo che non fosse un 20471) del gilet ha confuso l’autista e l’ha fatto presumere che esso fosse “conforme al modello approvato”.

 

E almeno speriamo che il gilet non sia quello che l’autista del mezzo deve indossare in caso di sosta a bordo strada.

 

 

Geom. Stefano Farina, Consigliere Nazionale AiFOS   

 

Fonte: SICURELLO.no : l’evidenza dei mancati infortuni.

 



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento


Rispondi Autore: Paolo D'Amico23/02/2018 (10:33:31)
Si vede che Lei non ha mai guidato un automezzo pesante. È vero, lì ci va il cartello a strisce rosse, anzi due cartelli, dato che occupa l'intera larghezza del cassone. I cartelli però si perdono anche durante il viaggio..certo, un autista deve averne diversi per evitare una situazione del genere..e la polizia stradale è giustamente molto severa sui carichi sporgenti.. Però l'imprevisto non capita solo a chi non lavora e quando ti ritrovi di notte senza il cartello e devi consegnare il carico, ti tocca improvvisare..Provate a telefonare al vostro titolare o al cliente dicendo che l'arrivo del carico slitta di 8 ore perché..devo attendere l'apertura di un negozio per comprarne un altro.

Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:

Per condividere questo elemento nei social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
To share this element in social networks it is necessary to accept cookies of the 'Marketing' category


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!