Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!
  

Le immagini dell’insicurezza

Pubblicità
Modello DVR
Categoria Istat: A - Agricoltura, Silvicoltura e Pesca

     

Brescia, 21 Apr - Arriva la bella stagione, arrivano le escursioni ed è proprio su un percorso abituale per i turisti - che frequentano una nota località di montagna - che le immagini dell’insicurezza di SICURELLO.no di oggi sono state scattate.

 

Dopo i lavori di abbattimento di numerosi alberi, prima del loro caricamento sui camion che li trasporteranno a destinazione, si provvede ad effettuare un lavoro di scortecciamento. Tale attività viene svolta mediante un vecchio macchinario privo di alcun tipo di protezione.

 

Organi di trasmissione del moto quali pulegge e cinghie, sono totalmente accessibili ed in questa situazione non solo agli addetti alla lavorazione, ma anche ai numerosi turisti che transitano lungo la stradina.

 

 

 

Nessuna protezione, nessuna delimitazione, nessun controllo, nulla di nulla.

 

 

Ed anche il carico dei tronchi avviene sorvolando il percorso aperto al transito e costringendo i più cauti “viaggiatori” a fermarsi o spostarsi, mentre quelli meno accorti passano tranquillamente sotto i tronchi in fase di caricamento.

 

 

 

L’idea è quella di essere tornati indietro di almeno trent’anni, ma così non è. Le normative cambiano, ma alcuni datori di lavoro dimenticano di aggiornarsi (o ancor peggio).

 

 

 

Geom. Stefano Farina, Consigliere Nazionale AiFOS e Responsabile Comitato AiFOS COSTRUZIONI

 

 

Fonte: SICURELLO.no : l’evidenza dei mancati infortuni.



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!

Ti potrebbero interessare anche


Commenti:


Nessun commento è ancora presente.
FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome: (obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: