Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
esporta articolo in PDF

Le immagini dell’insicurezza

Per visualizzare questo banner informativo è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'
Sevilla (Spagna), 13 Mar - L’immagine dell’insicurezza di oggi ci porta in Spagna, dove un pittore è stato immortalato mentre dipinge la facciata di un edificio.
 
Peccato che la sicurezza sua e degli utenti non sia certamente garantita, anzi numerosi sono i pericoli ed altrettanto numerosi sono i rischi ai quali possono andare incontro.

Pubblicità
DPI di Terza Categoria per lavori in quota
Formazione specifica sui D.P.I. (D. Lgs. n.81, 9 aprile 2008, Art. 66 D.P.R. 177/2011)
 
 

 

 
Alcune sottolineature riguardo a quanto si vede nelle immagini.
A prima vista sembra che la gamba sinistra del pittore sia piegata al fine di “scavallare” il corrente orizzontale e garantire così una maggiore stabilità al lavoratore stesso.
In realtà guardando attentamente (foto 02) si nota che il corrente orizzontale del trabattello è interrotto e perciò l’unico elemento di tenuta risulta essere la mano sinistra.
E anche se la normativa vigente in Spagna può essere differente rispetto a quella Italiana, si rileva che:
- certamente il trabattello non è montato in modo corretto,
- il lavoratore è totalmente privo dei D.P.I. necessari, comprese le calzature che non sono di sicurezza, ma normali scarpe da ginnastica, con suola praticamente liscia,
- il telo posato a terra per non sporcare la pavimentazione, può costituire motivo di inciampo per gli utenti che entrano ed escono dal negozio,
- non vi è alcuna delimitazione delle zone di lavoro e le persone che transitano sulla strada passano “tranquillamente” a ridosso del ponte su ruote.
 
Un vecchio proverbio recita: “Paese che vai, usanza che trovi”, ma forse nell’ambito della sicurezza, o per meglio dire dell’insicurezza, il proverbio che più si addice alla situazione è: “tutto il mondo è Paese”.
 
 
 
Si ringrazia Federica Farina per le fotografie.
 
Geom. Stefano Farina, Responsabile Nazionale Comitato Costruzioni di AiFOS
 
 
 

Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
 
Per utilizzare questa funzionalità di condivisione sui social network è necessario accettare i cookie della categoria 'Marketing'

Hai qualcosa da dire su questo articolo? Aggiungi ora il tuo commento




Rispondi Autore: Piero Rigo
13/03/2015 (07:54:25)
Direi di più, le persone che transitano sulla strada possono passare "tranquillamente" anche sotto la scala che tra l'altro porta anche SFIGA.
Piero

Nome e cognome: (obbligatorio)
Email (se vuoi ricevere l'avviso di altri commenti)
Inserisci il tuo commento:(obbligatorio)

Leggi anche altri articoli sullo stesso argomento:


Forum di PuntoSicuro Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!