Condividi
questa pagina sul Social Network a cui sei già loggato!
  

Ambiente Lavoro: passato e futuro della fiera sulla sicurezza

Ambiente Lavoro: passato e futuro della fiera sulla sicurezza
22/09/2017: Alcune riflessioni e informazioni su Ambiente Lavoro Convention del 2017 e su Ambiente Lavoro del 2018. Quali sono le differenze tra i due eventi e come si finanziano? Ne parla ai nostri microfoni Marilena Pavarelli, Project Manager di “Ambiente Lavoro”.
Pubblicità
OttoUno - D.Lgs. 81/2008 (Vers. Uffici)
Formazione e informazione generale sulla sicurezza dei lavoratori impiegati negli uffici

 

Modena, 22 Set – Molti segnali in questi ultimi mesi, a partire dall’assenza di novità normative e al rallentamento nelle attività di molti organismi pubblici (Commissione per gli interpelli, Commissione consultiva, …), fino ai dati negativi delle denunce di infortunio nei primi sette mesi di quest’anno, mostrano che l’attenzione per la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori sembra allentarsi in modo preoccupante.

 

Ed è per questo motivo che non solo è necessario, come ha fatto PuntoSicuro, essere presenti agli eventi in materia di salute e sicurezza come “ Ambiente Lavoro Convention” (Modena, 13/14 settembre 2017), per raccogliere le eventuali criticità e novità in materia, ma è anche utile parlare di questi eventi per comprendere come si evolvono, si organizzano e finanziano. Per utilizzarli anche come barometro dell’interesse anche delle aziende e degli operatori verso queste manifestazioni.

 

Sul sito ufficiale della Convention i dati sono chiari: più di 3.800 partecipanti, 147 convegni, 441 relatori e 352 ore di formazione. Sono numeri elevati che tuttavia non possono competere, almeno come partecipanti, con i dati di Ambiente Lavoro 2016 di Bologna che non solo si svolgeva in tre giornate, ma aveva prezzi di ingresso per gli operatori molto differenti.

 

Partendo da queste considerazioni abbiamo fatto una breve intervista a Marilena Pavarelli, Project Manager, direttrice e organizzatrice di Ambiente Lavoro e Ambiente Lavoro Convention.

 

Alla domanda su come sia andata quest’anno, Pavarelli ci risponde che è andata “sostanzialmente bene, soprattutto in virtù del fatto che la formula Ambiente Lavoro Convention era stata abbandonata 5 anni fa, l'ultima edizione era stata nel 2012. E quindi per noi, in qualche modo, questa edizione - quella del 2017 - è come se fosse stata una sorta di prima. E a questo punto, direi, buona la prima (…) al di là delle aspettative che ovviamente devono in qualche modo mettere in conto questo stop forzoso di 5 anni”.

 

Quali sono le differenze tra la manifestazione modenese (Ambiente Lavoro Convention) e quella bolognese (Ambiente Lavoro)? Perché la prima ha un costo molto più alto per gli operatori?

 

Sicuramente i costi di Ambiente Lavoro Convention – ammette Marilena Pavarelli – “non sono così popolari, democratici, se vogliamo, come quelli di Bologna. C'è una ragione alla base di un costo differente e va ricercata nel lavoro che è stato fatto, direi quasi certosino, nel cercare di comporre un programma che, in qualche modo, forse di buono, ottimo livello e che sostanziasse poi un'offerta economica altrettanto importante. Ovviamente questo implica che si mettano in moto anche dei meccanismi economici che vanno a gravare sul costo di partecipazione per coloro che hanno deciso di investire su questa manifestazione. Ma devo dire che, per fortuna, il pubblico evidentemente ha riconosciuto l'utilità, la bontà di frequentare un evento qualificato, perché, oggettivamente, la risposta che abbiamo ottenuto è paragonabile a quella che avevamo tenuto 5 anni fa, nonostante il tempo sia passato e nonostante nel frattempo ci siano state quattro edizioni di Ambiente Lavoro a Bologna, sotto forma di fiera, con dei prezzi decisamente popolari”.

 

Nell’intervista, che vi invitiamo a visionare, ci soffermiamo poi su altri aspetti delicati relativi alla manifestazione.

Come viene finanziata Ambiente Lavoro Convention? Ci sono fondi pubblici?

I dati relativi agli aumenti degli infortuni nel 2017 (relativamente ai primi sette mesi) hanno condizionato l’organizzazione dell’evento?

 

Infine l’ultima domanda per anticipare ai nostri lettori quando, dove e con che forma si terrà il prossimo Ambiente Lavoro…

 

L'appuntamento è infatti per il prossimo anno, dal 17 al 19 ottobre, a Bologna con Ambiente Lavoro nella sua versione fiera.

E – continua Marilena Pavarelli – ci sarà “ampio spazio per l'elemento commerciale che contraddistingue una fiera, ci sarà comunque formazione anche in quell'occasione e ci saranno di sicuro meno contestazioni per quanto riguarda il prezzo del biglietto d'ingresso”…

 

Rimandando per le risposte all’ascolto integrale della videointervista a Pavarelli, concludiamo l’articolo ricordando che la prossima intervista che pubblicheremo su PuntoSicuro riguarda un nuovo documento prodotto dalla Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione (CIIP) sul tema dell’invecchiamento e in relazione anche alla campagna europea 2016-2017 2017 “ Ambienti di lavoro sani e sicuri ad ogni età”. Ne parleremo con Rinaldo Ghersi (Coordinatore del gruppo di lavoro Ciip “Invecchiamento e lavoro”), Massimo Balzarini (CGIL Lombardia), Daniele Tovoli (Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere - FIASO), Tiziana Vai (Medico del lavoro ATS Milano, Gruppo di lavoro CIIP) e Donatella Talini (Medico del Lavoro Asl Toscana Nord ovest, Gruppo di lavoro CIIP).

 

 

 

 

 

 

Articolo e intervista a cura di Tiziano Menduto



Creative Commons License Questo articolo è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

Entra

FORUM

Quesiti? Proponili nel FORUM!

Ti potrebbero interessare anche


Commenti:


Nessun commento è ancora presente.
FBEsegui il login a Facebook per pubblicare il commento anche sulla tua bacheca
GPEsegui il login tramite Google+!
GPEsegui il login tramite Twitter!
Nome e cognome: (obbligatorio)
E-Mail (ricevi l'avviso di altri commenti all'articolo)
Inserisci il tuo commento: